Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

24/08/2009


Dettaglio comunicato

Nel quadro della partecipazione al meeting di Rimini, il cui tema era la conoscenza come avvenimento e che ha dedicato particolare attenzione all’Africa, il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha incontrato i rappresentanti governativi di alcuni Paesi africani, tra cui il Primo Ministro del Kenya, Raila Odinga, il Vice Presidente della Sierra Leone, Samuel Sam Sumana, il Ministro della Sicurezza nazionale dell’Uganda, Amama Mbabazi e il Ministro degli Esteri della Tanzania, Bernard Kamilius Membe.

Tali incontri si collocano nel contesto della particolare attenzione che il governo italiano sta rivolgendo all’Africa nel quadro della propria azione di politica estera. Il Ministro Frattini si è recato nel febbraio scorso in diversi paesi africani (Angola, Nigeria, Sierra Leone e Sengal); l’Africa è stata al centro del vertice G8 de L’Aquila al quale numerosi Paesi africani sono stati invitati a partecipare a pieno titolo (Sud Africa, Egitto, Angola, Algeria, Nigeria, Senegal, Etiopia, Libia). Inoltre, numerose sono le iniziative che il governo italiano sta portando avanti al fine di rilanciare i rapporti economico-commerciali tra l’Italia e i paesi africani (tra le quali il “Piano Africa” e numerose Country Presentation con diversi Paesi africani). Il Ministro Frattini ha oggi ribadito a tutti i suoi interlocutori africani che l’Africa rappresenta per il nostro Paese un’opportunità ed è un attore politico indispensabile nel mondo globalizzato del XXI secolo. Nel corso degli incontri con i diversi interlocutori sono stati approfonditi i temi della cooperazione bilaterale e multilaterale. Fra i temi multilaterali, in particolare, si è discusso della riforma del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e dell’iniziativa che l’Italia avvierà per il bando definitivo delle mutilazioni genitali femminili come reato presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Con il Primo Ministro del Kenya è stata condivisa la comune preoccupazione e sensibilità per la situazione in Somalia e l’esigenza di sostenere politiche di stabilizzazione istituzionale nel Paese. Sul piano bilaterale si è discusso sulle possibili iniziative di sostegno da parte italiana a programmi di protezione dell’ambiente e di aiuto al superamento della crisi alimentare che ha colpito il Kenya.

Con il Vice Presidente della Sierra Leone sono stati discussi importanti aspetti economici bilaterali, inclusa la prospettiva di un accordo per la Promozione e la Protezione degli Investimenti, e si è deciso di organizzare nei prossimi mesi una Country Persentation in Italia al fine illustrare agli ambienti economici le opportunità che offre questo importante Paese.

Il Ministro della Sicurezza nazionale dell’Uganda ha espresso apprezzamento per il sostegno della cooperazione italiane nel settore della sanità. Il Ministro Frattini ha inoltre annunciato la sua prossima visita nel Paese. Infine, le controparti hanno avuto uno scambio di idee su questioni regionali concernenti la zona dei Grandi Laghi.

Con la Tanzania è stato confermato l’ottimo stato delle relazioni bilaterali ed è stata discussa la collaborazione in alcuni settori tra cui il turismo. E’ stata inoltre prevista l’organizzazione nei prossimi mesi in Italia di una Country Presentation dedicata alla Tanzania per far conoscere alle imprese italiane le opportunità che questo Paese offre.


Luogo:

Roma

9411
 Valuta questo sito