Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

23/09/2009


Dettaglio comunicato

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha impresso “un impulso straordinario” nel tentativo di riavviare i negoziati tra israeliani e palestinesi, tale da fargli meritare “la leadership del processo di pace”. Così il Ministro Franco Frattini ha commentato da New York la riunione che si è tenuta ieri tra Obama, il Premier israeliano Benjamin Netanyahu e il Presidente dell’ANP, Mahmoud Abbas. Il Ministro ha quindi assicurato che l'Europa sosterrà gli sforzi di Obama.

Il vertice trilaterale Obama-Netanyahu-Abbas ha portato alla prima stretta di mano tra i due leader mediorientali. I prossimi passi saranno fatti a metà ottobre, dopo una nuova missione dell’Inviato USA George Mitchell. A New York Obama ha esortato Netanyahu e Abu Mazen a riprendere i negoziati al più presto ed ha parlato di progressi, riconoscendo però che molto deve essere ancora fatto per far ripartire i negoziati. Quindi ha ribadito le richieste statunitensi: gli israeliani devono frenare gli insediamenti e i palestinesi devono rinunciare con determinazione al terrorismo, mentre i Paesi arabi devono avviare iniziative concrete per agevolare il processo di pace.

Al termine dell'incontro Netanyahu ha detto che c’è un accordo, anche da parte palestinese, per riprendere i negoziati al più presto, senza precondizioni. Abu Mazen ha ribadito le richieste palestinesi di congelare gli insediamenti per riprendere i negoziati, che dovrebbero immediatamente affrontare il nodo di Gerusalemme e quello delle frontiere.


Luogo:

New York

9509
 Valuta questo sito