Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

26/09/2009


Dettaglio comunicato

Si rende nota la seguente nomina recentemente deliberata dal Consiglio dei Ministri:

Cesare Maria RAGAGLINI
Capo della Rappresentanza permanente presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite in New York

Nato a Massa il 6 febbraio 1953, si laurea nel 1975 in Relazioni Internazionali all’Université Libre de Bruxelles e nel 1975 in Scienze Politiche all’Università di Firenze. Entra in carriera diplomatica nel 1978. Dal 1979 al 1981 presta servizio nella Direzione Generale del Personale, dove si occupa in un primo momento di questioni legali e legislative, successivamente dei trasferimenti all’estero del personale.
In prima assegnazione nel 1981 è nominato Console a Teheran dove presta servizio fino al 1984 durante il periodo di maggiore instabilità del conflitto fra Iran e Iraq. Successivamente è Primo Segretario presso l’Ambasciata ad Ottawa dal 1984 al 1987, dove si occupa principalmente di politica interna.
Rientrato a Roma nel 1987 è assegnato al Gabinetto presso l’Ufficio Rapporti con il Parlamento, dove si occupa di monitorare l’approvazione dei testi legislativi concernenti il Ministero degli Affari Esteri. Dal 1989 è incaricato di istituire presso la Segreteria Generale l’Unità di Informazione e Ricerca, che guida fino al 1992, seguendo la guerra del Golfo nel 1991 e la crisi in Yugoslavia.
Nel 1992 è Primo Consigliere a Nuova Delhi ove presta servizio fino al 1995.
Rientrato a Roma nel 1995 assume le funzioni vicarie del Capo del Servizio Stampa e Informazione, 16 ottobre 1995.
Nel 1996 è alle dirette dipendenze del Direttore Generale degli Affari Economici, con l’incarico di riaprire la Missione Diplomatica italiana a Baghdad, dove rimane come Capo Missione fino al 1999, in un periodo in cui si sono avuti anche i bombardamenti del 1998. Fra i principali risultati vi è la riapertura dei canali commerciali a seguito della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite “Oil for Food”.
Dal 1999 al 2002 è fuori ruolo per prestare servizio presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in qualità di Consigliere Diplomatico aggiunto. Inoltre, dal 2001 assume anche l'incarico di Rappresentante Speciale del Presidente del Consiglio dei Ministri per le iniziative di ricostruzione dell'area balcanica.
Dal 2002 al 2004 è Capo di Gabinetto del Ministro.
Nel 2004 è nominato Rappresentante del Primo Ministro al Summit G8 (Sherpa) e incaricato della preparazione del summit di Gleneagles.
Nel 2006 è nominato Direttore Generale per i Paesi del Mediterraneo e Medio Oriente.
Nel 2008 è nominato Ambasciatore.


Luogo:

Roma

9526
 Valuta questo sito