Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

01/02/2010


Dettaglio comunicato

Confermare l'impegno dell'Italia nel rafforzamento delle giovani istituzioni democratiche del Kosovo, a pochi giorni dal secondo anniversario dell'indipendenza dalla Serbia, il 17 febbraio 2008. Questo lo scopo della missione del Sottosegretario Alfredo Mantica, a Pristina dove oggi incontrerà, tra gli altri, il Primo Ministro Hashim Thaci e il Vicepremier Hajredin Kuci.

Nel corso della visita il Sottosegretario Mantica avrà colloqui anche con i rappresentanti delle istituzioni internazionali presenti nel Paese: oggi vedrà il Rappresentante speciale del Segretario delle Nazioni Unite, Lamberto Zannier, e il Capo della missione Eulex, Yves de Kermabon; domani sarà la volta del comandante della missione Nato, Kfor, generale Markus Bentler. Seguirà una vista al monastero serbo ortodosso di Gracanica, patrimonio Unesco dell'umanità, situato in una enclave della minoranza serba e protetto dalla Kfor.

L'Italia è impegnata in Kosovo con una presenza di circa 1400 militari schierati nella missione Kfor e altre 180 unità (tra carabinieri, polizia, finanzieri, agenti penitenziari e magistrati) nella missione civile europea Eulex che assiste le istituzioni kosovare nell'implementazione dello stato di diritto (polizia, giustizia, dogane). La Cooperazione Italiana è attiva in numerosi progetti nel settore agricolo, culturale e sanitario. Infine c'è un interesse italiano nelle opportunità che iniziano a prospettarsi nell'economia kosovara.

Il Sottosegretario Mantica mercoledì e giovedì si recherà in Bosnia Erzegovina.


Luogo:

Roma

9997
 Valuta questo sito