Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

08/10/2010


Dettaglio comunicato

Alla Farnesina si fa rilevare come le ricostruzioni fornite ieri sera da “Annozero” e stamane da alcuni organi di stampa in merito all’eventuale istituzione di un Consolato Onorario in St. Marteen non siano corrette e ciò anche a seguito del lavoro di verifica disposto immediatamente dal Ministro Frattini.

Il Ministro Frattini ha chiesto di poter acquisire nei tempi più rapidi possibili gli atti inviati all’Ispettorato Generale del Ministero dal Console Generale a Miami relativi agli incidenti e alle minacce subite.

Si precisa anzitutto che la nomina dei consoli onorari non avviene su designazione del Ministro degli Esteri - il quale non ne firma neppure la nomina - e non coinvolge in nessun modo il livello politico, bensì segue un iter amministrativo interno attraverso i competenti uffici della Farnesina e la sede della rete diplomatico-consolare al quale il consolato onorario appartiene territorialmente.

Nel caso in specie, la procedura amministrativa non è mai neppure stata formalmente avviata. In particolare, al consolato Generale in Miami - competente territorialmente - era stata avanzata dagli Uffici della Segreteria Generale del Ministero una richiesta informale di elementi e valutazioni sull’opportunità di istituire un Ufficio Consolare onorario in St. Marteen e di nominarvi il Sig. Francesco Corallo. Quest’ultimo si era reso disponibile ad assumere tale incarico, attraverso una segnalazione pervenuta - come spesso accade in casi analoghi - ai suddetti Uffici del Ministero.

A seguito della risposta, del pari informale, fatta pervenire dal citato Consolato Generale in Miami, facente stato di elementi di inopportunità al riguardo - legati all’esistenza di precedenti penali del padre dell’interessato - ogni ulteriore seguito è stato immediatamente cessato.

Di conseguenza, non risulta vero che vi siano state richieste successive ‘imperative’ di nominare il Signor Corallo come console onorario a St. Marteen, così come non risulta vero che quest’ultimo sia stato mai nominato.


Luogo:

Roma

10808
 Valuta questo sito