Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

01/03/2011


Dettaglio comunicato

Oggi a Catania il Cacciatorpediniere Francesco Mimbelli è rientrato dalla missione di soccorso umanitario in Libia, dove ha imbarcato ieri dal porto libico di Al Byraukah 305 persone sia di nazionalità italiana sia appartenenti ad altri paesi (Filippine, Bangladesh,Tailandia, Marocco, India) tutti i dipendenti di societa' italiane.

L’attività rientra nel piano di rimpatrio ed assistenza, messo in atto dal Ministero della Difesa in coordinamento con il Ministero degli Esteri, che vede operare da alcuni giorni il personale e gli assetti dell'Aeronautica Militare e della Marina Militare per l’evacuazione dei cittadini italiani e di quelli di altri Paesi che chiedono assistenza per lasciare il paese nordafricano. Un impegno che la Marina Militare ha svolto con la nave San Giorgio e la nave Mimbelli partite lo scorso febbraio per assicurare la prontezza operativa alla luce della crisi in atto nel Paese nordafricano, rimanendo al di fuori delle acque territoriali libiche fino a quando è stato ricevuto il nulla-osta diplomatico.

Con l’arrivo della nave Mimbelli, il numero complessivo di persone evacuate dalla Marina Militare è di 563, di cui 126 italiani.


Luogo:

Roma

11375
 Valuta questo sito