Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

situazconn

Data:

11/03/2011


situazconn

L’Ambasciata d’Italia a Tokyo, in stretto coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina, continua senza sosta l’attività di ricerca dei connazionali italiani che, a sua conoscenza, si trovavano nell’area maggiormente colpita dal sisma e dallo tsunami.

Circa la metà dei connazionali, che all’Ambasciata italiana a Tokyo risultano essere residenti nelle zone di Sendai e nelle zone limitrofe, è stata già contattata e si stanno anche facendo ricerche su eventuali turisti presenti nell'area. Non risultano connazionali iscritti all’AIRE nella località di Sukagawa, dove è crollata una diga.

L’attività di monitoraggio prosegue durante la notte in Giappone e andrà avanti fin quando non saranno reperite notizie su tutti i cittadini italiani. Le autorità giapponesi hanno riferito all’Ambasciata d’Italia a Tokyo che al momento non vi sono vittime italiane.

Il Ministro Frattini segue da vicino l'evolversi della situazione e si mantiene in continuo contatto con l'Ambasciatore Petrone. L’Unità di Crisi ha aggiornato il portale ViaggiareSicuri e i propri canali Facebook e Twitter, informando dell’evolvere degli eventi, anche relativamente al rischio di onde anomale per l’intero arco dei Paesi sull’Oceano Pacifico. Parallelamente, sono stati inviati sms di cautela a tutti gli italiani iscritti al sito DoveSiamoNelMondo in tali Stati.

Per emergenze:

Ambasciata d'Italia Tokyo:

tel. +81334535274

tel. +81334535142

email: consular.tokyo@esteri.it

Consolato Generale Osaka:

tel.+81647065820

tel. +819033501561

email: consolare.osaka@esteri.it

Unità di Crisi:

tel. +390636225


Luogo:

Roma

11438
 Valuta questo sito