Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Consultazioni politico-militari alla Farnesina tra i partner Isaf nella regione Occidentale (RCW) dell’Afghanistan, operanti sotto comando italiano

Data:

25/03/2011


Consultazioni politico-militari alla Farnesina tra i partner Isaf nella regione Occidentale (RCW) dell’Afghanistan, operanti sotto comando italiano

Si è tenuta oggi al Ministero degli Esteri una sessione di consultazioni politico-militari tra i partner Isaf presenti nella regione Occidentale (RCW) dell’Afghanistan, operanti sotto comando italiano. Hanno partecipato alti funzionari dei dicasteri Esteri e Difesa di Italia, Stati Uniti, Spagna, Lituania, Albania, Slovenia oltre a rappresentanti della Nato.

L’incontro ha consentito un ampio scambio di vedute, a pochi giorni dall’annuncio del Presidente Karzai dell’avvio del processo di transizione in Afghanistan, ed un’approfondita riflessione sulle modalità attraverso le quali agevolare tale processo prendendo in considerazione, in modo il più possibile sincronizzato, i tre aspetti della sicurezza, della governance e dello sviluppo. Particolarmente significativa la tempistica della riunione, dato che la città di Herat figura tra le prime aree del Paese che saranno avviate alla transizione e dalla quale il processo dovrà irradiarsi verso il resto della regione.

Le delegazioni si sono scambiate aggiornate informazioni e valutazioni sulle prospettive dell’area della regione Occidentale, sugli scenari di sicurezza, sull’evoluzione dei PRT (Provincial Reconstruction teams) presenti, sui tentativi di reintegrazione e dialogo politico locale con l’insorgenza e sull’impegno civile, attuale e programmato, anche nel settore della “governance” e Rule of Law. Condivisa l’opportunità di affinare i rispettivi approcci, in una logica di sinergia, per meglio rispondere alle esigenze dettate dalla nuova fase apertasi con il processo di transizione.

In un’ottica di partenariato con le Autorità di Kabul, l’Ambasciatore dell’Afghanistan in Italia ha preso parte alla fase conclusiva della riunione, illustrando come il suo Paese si appresti ad assumere sempre maggiori responsabilità nell’ambito del processo di transizione. Messaggio comune emerso dalla riunione è che la comunità internazionale resterà a fianco dell’Afghanistan, con funzioni di sostegno e non più di sostituzione, anche nella fase post 2014.


Luogo:

Roma

11516
 Valuta questo sito