Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Colloquio del Ministro Frattini con il Vice Presidente della Repubblica Popolare cinese Xi Jinping

Data:

03/06/2011


Colloquio del Ministro Frattini con il Vice Presidente della Repubblica Popolare cinese Xi Jinping

Le prospettive dello sviluppo del partenariato strategico Italia-Cina e l’ampliamento del dialogo politico sono state al centro del colloquio di oggi del Ministro Frattini con il Vice Presidente della Repubblica Popolare cinese Xi Jinping che ha sottolineato come la sua visita in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia sia un riconoscimento dell’importanza e del ruolo che l’Italia esercita in Europa e nel G20.

Il Ministro Frattini che presiederà a Pechino in luglio la prossima riunione del Comitato governativo bilaterale , ha offerto piena collaborazione nello scambio di “know how” tecnologico in ogni settore economico a testimonianza della totale apertura italiana alla collaborazione politico- economica bilaterale. Il Vice Presidente Xi Jinping ha confermato l’ottima cooperazione esistente su dossier internazionali - ad esempio la riforma delle Nazioni Unite – e in ambito G20 anticipando l’impegno cinese dei prossimi 5 anni a rafforzare con i partners economici italiani la cooperazione nei settori emergenti ad alta tecnologia , dal risparmio energetico alla tutela ambientale e nel campo dei servizi.

Il Ministro Frattini ha promesso l’ appoggio italiano alle richieste cinesi in ambito Unione Europea sui dossier dell’embargo alla vendita di armi e il riconoscimento dello status di economia di mercato contribuendo anche a diffondere all’interno dell’UE il clima di fiducia verso le autorità di Pechino.

A livello bilaterale da entrambe le parti ci si è rallegrati della forte crescita degli scambi di studenti nei rispettivi Paesi passati in pochi anni da poche centinaia alle attuali 10mila presenze di studenti cinesi in Italia a fronte di 3 mila italiani in Cina, e si è concordato di negoziare in tempi brevi l’accordo per l’abolizione dei visti per passaporti diplomatici e di servizio.

 


Luogo:

Roma

Tags:

Asia

11859
 Valuta questo sito