Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

10/06/2011


Dettaglio comunicato

L’intensificazione delle pressioni politico-militari sul regime di Gheddafi e le prospettive di una soluzione politica per una Libia democratica sono state oggetto di discussione in un incontro che il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha avuto oggi alla Farnesina con il Generale americano David Petraeus, comandante del contingente ISAF in Afghanistan e prossimo Direttore della CIA.

Al centro del colloquio anche i prossimi sviluppi politico-istituzionali in Nord Africa, con attenzione soprattutto a Egitto, Tunisia e al Corno d’Africa. Il Ministro Frattini e il Generale Petraeus hanno anche affrontato la situazione di instabilità in Somalia con particolare riguardo al problema crescente della pirateria e alle strategie internazionali per farvi fronte.Sulla situazione in Afghanistan entrambi hanno ribadito che l’avvio del processo di transizione deve essere inteso come processo graduale ed irreversibile di passaggio di responsabilità alle autorità di Kabul che si accompagnerà ad una forte collaborazione nel settore civile anche dopo il 2014 .

il Generale Petraeus ha posto l’enfasi sulle condizioni minime per l’assunzione di responsabilità da parte delle autorità di Kabul e sugli aspetti di “governance” e sviluppo laddove si sono registrati i maggiori progressi nel mantenimento di condizioni di sicurezza.

A poche settimane dalla conclusione della sua missione in Afghanistan, il Generale Petraeus ha voluto esprimere il suo riconoscimento all’Italia per l’eccellentelavoro svolto dal nostro contingente nella regione di Herat nella lotta al terrorismo e per lo sviluppo di una società civile.


Luogo:

Roma

11899
 Valuta questo sito