Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Bilancio UE

Data:

30/06/2011


Bilancio UE
“L’Italia sostiene un bilancio UE all’altezza delle ambizioni dell’Unione, che rafforzi l’Europa, mantenga dotazioni adeguate per la coesione e la politica agricola e valorizzi quei settori che sono essenziali per la crescita e la competitività - come la ricerca, le reti di trasporto ed energetiche e la formazione - e per la nostra sicurezza interna, in primis l’immigrazione. Allo stesso tempo il bilancio dell’Unione deve tener conto della contingenza economica e degli stringenti vincoli di bilancio che pesano sui Paesi membri. Sarà perciò indispensabile perseguire come obiettivo generale la maggiore efficacia possibile nell’allocazione e nell’utilizzo delle risorse”. E’ quanto sostiene il Ministro Frattini al’indomani della presentazione delle proposte della Commissione europea per il bilancio 2014-2020. “Inoltre, quale priorità nazionale, riteniamo indispensabile che nel prossimo ciclo finanziario si riduca il nostro saldo netto nazionale, che ci vede oggi contributori netti al bilancio per circa 5 miliardi di Euro annui. L’Italia non accetterà quindi trattamenti discriminatori, che privilegiano solo alcuni Paesi.”

Luogo:

Roma

11998
 Valuta questo sito