Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

27/08/2011


Dettaglio comunicato

II Ministro degli esteri Franco Frattini ha avuto oggi pomeriggio un lungo e cordiale colloquio telefonico con il Ministro degli esteri britannico William Hague. Il colloquio ha consentito un articolato scambio sugli sviluppi della situazione in Libia e in Siria.

Sulla Libia e' stata condivisa la preoccupazione per la difficile situazione umanitaria in diverse parti del paese, incluso Tripoli, e l'esigenza di una rapida azione delle Nazioni Unite a favore della popolazione maggiormente colpita . I due ministri hanno convenuto sulla priorita' di giungere quanto prima allo scongelamento dei beni libici all'estero per consentire la ripresa dell'economia del paese e condiviso l'auspicio che gia' la settimana entrante possa essere raggiunto a New York l'accordo per una Risoluzione delle Nazioni Unite. I due Ministri hanno discusso anche dell'importanza di una rapida e possibilmente raccordata riapertura delle ambasciate europee a Tripoli. L'Italia, come del resto la Gran Bretagna, ha ribadito Frattini, e' pronta in tal senso ed auspica che altri paesi possano fare altrettanto.

Sulla Siria Frattini ed Hague, nel condividere l'analisi sull'inaccettabilita'della repressione violenta contro la popolazione civile, hanno fatto stato del comune auspicio affinche' il Consiglio di Sicurezza dell'Onu possa approvare quanto prima una nuova risoluzione che includa la decisione di imporre sanzioni contro il regime. I due Ministri hanno infine avuto uno scambio di vedute sulla questione israelo-palestinese in particolare in relazione all'iniziativa sul riconoscimento dello Stato palestinese ed hanno convenuto di mantenere su questo tema uno stretto raccordo in vista della prossima Assemblea Generale delle Nazioni Unite.


Luogo:

Roma

12166
 Valuta questo sito