Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Colloquio telefonico del Ministro Terzi con il Presidente della Coalizione dell'opposizione siriana Mouaz Khatib

Data:

02/12/2012


Colloquio telefonico del Ministro Terzi con il Presidente della Coalizione dell'opposizione siriana Mouaz Khatib

Il Ministro degli Esteri, Giulio Terzi, ha avuto oggi un colloquio telefonico con il Presidente della Coalizione dell'opposizione siriana Mouaz Khatib per confermare il sostegno dell'Italia al popolo siriano di fronte alla tragedia umanitaria causata dal regime di Assad.

"Non possiamo chiudere gli occhi di fronte alla tragedia umanitaria della Siria che il regime sta causando attraverso l'uso brutale della violenza contro il suo popolo" ha affermato il Ministro Terzi assicurando a Khatib il massimo impegno da parte italiana per dare concreta assistenza alla popolazione, e in particolar modo a donne e bambini, per superare un'emergenza umanitaria che diviene ancora più grave con l'avvicinarsi del freddo invernale. Anche in vista della riunione degli Amici della Siria che avrà luogo a Marrakech l'11 e 12 dicembre, la questione dell'assistenza umanitaria - ha assicurato il titolare della Farnesina - sarà affrontata d'intesa con i principali partner internazionali e già domani sarà discussa dallo stesso Ministro Terzi in occasione del Vertice bilaterale italo - francese.

Khatib ha ringraziato l'Italia, tra i primi Paesi occidentali a riconoscere la Coalizione come legittimo rappresentante del popolo siriano, per la solidarietà e l'assistenza offerte al popolo siriano e alla Coalizione dell'opposizione nel settore umanitario e nella costruzione delle nuove istituzioni siriane.

Nei giorni scorsi Terzi aveva ricevuto alla Farnesina un gruppo di trenta attivisti espressioni delle diverse componenti etniche, religiose e politiche dell'opposizione siriana, a Roma per un corso sulle relazioni internazionali e l'attività diplomatica volto a preparare i futuri quadri siriani.


Luogo:

Roma

14538
 Valuta questo sito