Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Egitto: colloquio Bonino-Fahmy su crisi regionali e stato transizione

Data:

03/02/2014


Italia-Egitto: colloquio Bonino-Fahmy su crisi regionali e stato transizione

Crisi regionali e lo stato della transizione egiziana con le sue difficili sfide sono stati i principali temi al centro del colloquio che il Ministro degli Esteri Emma Bonino ha avuto oggi alla Farnesina con l’omologo egiziano Nabil Fahmy.

Nello scambio di vedute sulle questioni regionali i due Ministri hanno affrontato la crisi siriana, il processo di pace medio-orientale e la situazione in Libia. La Ministro Bonino ha ribadito al suo omologo l’invito a partecipare alla Conferenza di Roma sulla Libia auspicando che entro marzo vengano fatti passi in avanti nel senso di un dialogo inclusivo tra il governo Zidan , le altre forze politiche e le diverse milizie. Sulla Siria, il Ministro Fahmy ha ricordato l’alto numero di rifugiati siriani ospitati dal Paese – circa 300mila -. Ha poi espresso la disponibilità egiziana per iniziative comuni che possano aiutare ad aprire al piu’ presto corridoi umanitari su tutto il territorio, anche in vista dell’imminente visita del Capo dell’opposizione siriana Jarba in Egitto. Circa il processo di pace in Medio Oriente, tra i due Ministri c’è stata piena concordanza sull’importanza di sostenere la mediazione del Segretario di Stato Kerry quale opportunità difficilmente ripetibile per pervenire ad una soluzione equa, comprensiva e duratura del conflitto israelo-palestinese.

Il Ministro Fahmy ha fatto poi un quadro della situazione interna al Paese e dei diversi passi che sono stati intrapresi dall’approvazione della nuova Costituzione, anche in vista delle elezioni presidenziali in primavera e quelle parlamentari prima dell’estate. La titolare della Farnesina ha ricordato le preoccupazioni italiane ed europee per un approccio troppo focalizzato sulle questioni di sicurezza che escluda i gruppi dell’opposizione dal processo politico. Ha inoltre incoraggiato le Autorità egiziane a concentrarsi sulle riforme economiche e finanziarie necessarie per il popolo egiziano, promettendo il contributo italiano alla crescita attraverso progetti di cooperazione allo sviluppo soprattutto nel sociale.

La visita del Ministro Fahmy si tiene a poco meno di due settimane dalla missione del Segretario Generale della Farnesina Michele Valensise al Cairo e nell’imminenza del Consiglio Affari Esteri del 10 febbraio che si occuperà anche di Egitto.


Luogo:

Roma

17945
 Valuta questo sito