Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Repubblica centrafricana: in partenza volo umanitario della Cooperazione

Data:

07/02/2014


Repubblica centrafricana: in partenza volo umanitario della Cooperazione

Per rispondere alla drammatica crisi umanitaria in corso in Repubblica Centrafricana, la Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri invierà il prossimo 9 febbraio un aereo cargo contenente aiuti di emergenza. L’intervento realizzato dalla Cooperazione Italiana con INTERSOS mira a ridurre il rischio di diffusione tra gli sfollati della malaria e malattie connesse alle precarie condizioni igieniche.

L’ONG INTERSOS gestirà gli aiuti nel Paese africano portando immediato aiuto a oltre 85.000 persone sfollate che vivono in condizioni disperate in 26 campi, senza alcun accesso ai servizi sanitari.

Il volo umanitario trasporta teli di plastica, taniche e sistemi di potabilizzazione dell'acqua, zanzariere trattate, kit igienici e forniture sanitarie per un valore complessivo di circa 100.000 Euro. L’apporto di acqua potabile sarà aumentato tramite l’installazione di cisterne.

In Repubblica Centrafricana la violenta crisi politica, acuitasi nel dicembre 2013, sta provocando una crisi che oggi coinvolge oltre 2,5 milioni di persone. Più della metà della popolazione, stremata da mesi di violenze e combattimenti, vive una condizione drammatica. L’endemica insicurezza alimentare affligge quasi il 70% della popolazione del Paese e si sta aggravando a causa dei violenti scontri che imperversano nell’area. Più di 900.000 persone hanno abbandonato le proprie abitazioni per sfuggire alle violenze: 512.000 sfollati si trovano nella sola area urbana di Bangui.

Nei giorni scorsi la Cooperazione Italiana ha annunciato un impegno di due milioni di Euro in favore della popolazione della Repubblica Centrafricana, mentre un progetto nel settore della protezione dell’infanzia e dell’istruzione del valore di un milione di Euro è già stato affidato ad UNICEF.


Luogo:

Roma

17969
 Valuta questo sito