Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mogherini in Cile e Colombia, rafforzare legami tra Italia e America Latina

Data:

08/08/2014


Mogherini in Cile e Colombia, rafforzare legami tra Italia e America Latina

Rafforzare ulteriormente i già solidi legami tra Italia e America Latina: è stato questo l'obiettivo del viaggio che il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ha fatto in Cile e Colombia, e che si è chiuso con la partecipazione alla cerimonia di insediamento del presidente colombiano Juan Manuel Santos. In questa prospettiva, si terrà nel giugno del 2015 a Milano, in concomitanza con Expo, la VII Conferenza Italia-America Latina ed è stato organizzato sempre per il 2015 l'anno dell'Italia in America Latina. Il ministro ha poi in programma di completare a ottobre un giro di altri tre Paesi dell'America Latina: l'Argentina, che non ha potuto visitare nei giorni scorsi a causa dell'audizione al Copasir sulla crisi libica, il Messico e Cuba.

Nel corso della visita, il ministro ha avuto incontri con i massimi esponenti istituzionali dei due paesi e con le comunità italiane.

A Santiago, Mogherini è stata ricevuta dalla presidente Michelle Bachelet e dal ministro degli Esteri Heraldo Muñoz, con i quali ha avuto uno scambio di opinioni sulla situazione politica, economica e sociale sia in Cile sia in Italia, in un momento in cui entrambi i governi sono impegnati in programmi di profonde riforme. Inoltre ha incontrato gli ex presidenti Eduardo Frei e Ricardo Lagos, il ministro de Gobernacion Alvaro Elizalde, il vice ministro della Difesa Marcos Robledo, ed il senatore Guido Girardi.

Il ministro ha anche visitato il museo della Memoria, con le testimonianze degli anni della dittatura di Augusto Pinochet e del ruolo importante che svolse la solidarietà italiana e l'Ambasciata d'Italia, che ospitò e salvò la vita a centinaia di perseguitati cileni. E ha incontrato il segretario esecutivo della Cepal, Alicia Barcena. Nella sede dell'istituzione Onu, Mogherini ha tenuto una conferenza sul tema "L’Italia e l’Europa, dopo le ultime elezioni europee: verso un nuovo partenariato con l’America Latina".

La visita a Santiago si è chiusa con la cerimonia di consegna dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana al ministro cileno della Cultura, Claudia Barattini.

A Bogotà, nella prima visita di un ministro degli Esteri italiano dal 1993, Mogherini ha avuto un incontro con il presidente Santos, insieme con il ministro degli Esteri colombiano, Maria Angela Holguin, ed è stata sua ospite al ricevimento offerto agli invitati alla cerimonia di insediamento.

Tra le altre personalità colombiane incontrate da Mogherini, l'ex vice presidente del primo governo Santos, Angelino Garzon; il segretario del partito del presidente Santos, Sergio Diaz Granados; e il sen Antonio Navarro Wolf.

Proprio la presenza a Bogotà di delegazioni di molti paesi dell'America Latina ha consentito al ministro di avere una lunga serie di bilaterali.

Tra gli ospiti internazionali presenti all'evento, Mogherini ha incontrato la presidente del parlamento cileno, Isabelle Allende, e i colleghi del Messico, José Antonio Meade Kuribreña, del Costa Rica, Manuel Gonzalez Sanz, dell'Argentina, Hector Timerman, il presidente di Panama, Juan Carlos Varela, insieme alla ministro degli Esteri e vice presidente Isabel Saint Malo, e il presidente del Perù, Ollanta Humala. Il ministro ha poi avuto colloqui con il presidente della Banca Interamericana di Sviluppo, Luis Alberto Moreno, con il presidente della CAF - Banca di Sviluppo dell'America Latina Enrique Garcia, ed è stata ricevuta dal segretario generale dell'Organizzazione degli Stati Americani, Josè Miguel Insulza.


Luogo:

Roma

19145
 Valuta questo sito