Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dei/Sole 24 Ore - Costruzioni: 9,5 mld fatturato estero aziende italiane 2013 (+ 8,6% annuo)

Data:

09/10/2014


Dei/Sole 24 Ore - Costruzioni: 9,5 mld fatturato estero aziende italiane 2013 (+ 8,6% annuo)

Costruzioni: 9,5 mld fatturato estero aziende italiane 2013 (+ 8,6% annuo)

Il rapporto elaborato dall'Ance con il Ministero degli Esteri presentato a Villa Madama rileva per il nono anno consecutivo una consistente crescita del fatturato delle imprese italiane di costruzione all'estero: +8,6% nel 2013. Un valore che dal 2004 e' piu' che triplicato (+206%), passando da 3 a 9,5 miliardi di euro e arrivando a rappresentare ormai il 60% del fatturato totale prodotto. Solo nell'ultimo anno, infatti, sono state acquisite all'estero dalle imprese italiane ben 17 miliardi di euro di commesse. L'elevata tecnologia raggiunta, infatti, e l'intenso lavoro di diplomazia economica hanno portato nell'ultimo anno al raddoppio del valore delle commesse acquisite nei Paesi del G20, notoriamente molto piu' competitivi e difficili da penetrare. Nel 2013 l'ammontare dei nuovi lavori acquisiti in quest'area ha superato il 46% del totale. Importante anche il dato sui comparti maggiormente coinvolti. Oltre a quelli tradizionali delle autostrade e delle ferrovie le imprese italiane stanno conquistando fette di mercato anche nell'ambito di impianti ambientali, edilizia sanitaria, hotel e centri di ricerca. A fine 2013 le aziende italiane erano presenti in 87 paesi, di cui 8 di nuova acquisizione, e impegnate in 797 commesse, per un controvalore di oltre 70 miliardi di euro. Le ferrovie risultano leader assolute, con oltre un terzo del valore complessivo delle commesse. Complessivamente, le infrastrutture a rete (ferrovie, autostrade, metropolitane, oleodotti, gasdotti, reti elettriche e idriche) rappresentano oltre l'80% del portafoglio lavori delle imprese italiane.

(infoMercatiEsteri)

Giappone: Saipem crea nuova societa' con Chiyoda e Xodus

Saipem ha costituito con le giapponesi Xodus Group e Chiyoda una societa' autonoma, la Xodus Subsea, con l'obiettivo di supportare l'attivita' nel settore dello sviluppo dei campi sottomarini. La nuova entita' - con sede Londra e immediatamente operativa - sara' per il 50% del gruppo italiano, per il 40% di Xodus e per il 10% di Chiyoda. Xodus Subsea, si occupera' della realizzazione di studi e della fornitura di servizi di ingegneria e consulenza, in particolare relativi alla fase iniziale dei progetti, come l'ingegneria front-end, l'ingegneria di concetto e la progettazione di base.

(Il Sole 24 Ore Radiocor )

Francia: Prada e Santa Croce acquistano conceria Megisserie

Prada ha comprato la storica conceria Tannerie Me'gisserie Hervy a Isle, nei pressi di Limoges. L'acquisizione e' stata realizzata in joint-venture con la Conceria superior di Santa Croce, da tempo partner industriale del Gruppo. La nuova societa', di cui Prada detiene il controllo, sara' denominata Tannerie Limoges sas. L'obiettivo dell'operazione e' garantire il recupero e il rilancio di una struttura specializzata nelle pelli di agnello e in particolare delle nappe 'plonge'', con lo scopo di preservarne il know-how artigianale.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Regno Unito: EasyJet aumentera’ voli su Italia

EasyJet ha presentato la stagione estiva 2015 che prevede un numero record di voli: oltre 31mila aerei decolleranno infatti da e per l'Italia dal primo giugno al 6 settembre del prossimo anno. Si tratta del numero piu' alto di sempre per questo periodo dell'anno. Contestualmente la compagnia ha reso disponibili, in tutta Europa, per la prossima stagione estiva oltre 22,5 milioni di posti, di cui oltre il 20% destinato al mercato italiano. Nel nostro Paese EasyJet ha tre basi operative - Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Napoli - e vola da 17 scali verso oltre 160 destinazioni.(Il Sole 24 Ore Radiocor)


Luogo:

Roma

Tags:

Europa

19430
 Valuta questo sito