Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

38ma Assemblea Nazionale UCOI

Data:

11/11/2014


38ma Assemblea Nazionale UCOI

Consoli onorari: nei giorni di venerdì 7 e sabato 8 novembre si sono svolti a Roma, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la 38° Assemblea Nazionale dell’U.C.O.I. (Unione dei Consoli Onorari in Italia) e congiuntamente il 10° Congresso Internazionale dell’U.C.O.I.M. (Unione dei Consoli Onorari d’Italia nel Mondo) presso il Grand Hotel Ritz –ospiti del Cav.Lav. Avv.Fausto Puccini, Console Gen. On. di Sierra Leone a Roma.

I lavori si sono aperti venerdì 7 con un Consiglio Direttivo dei due Sodalizi al quale ha fatto seguito una cena di lavoro con l’apprezzata partecipazione del Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, Amb. Riccardo Guariglia e Signora.

Ai lavori assembleari del mattino di sabato 8 ha portato il saluto della città il Sen. Athos De Luca, Presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, in rappresentanza del Sindaco Marino. Presente anche, per conto dell’Ambasciatore di Croazia a Roma, la Dott.ssa Sonja Lovrek Velkov, Capo dell’Ufficio Consolare. Dopo le relazioni del Presidente Onorario dell’U.C.O.I., Amb. Carlo Marsili, del Presidente Amb. Stefano Ronca e del Segretario Generale Avv. Elio Pacifico, ha fatto seguito il saluto del rappresentante delegato dell’Amb. Guariglia, Dott. Vincenzo Savina del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, competente per i Consoli Onorari dei Paesi Esteri in Italia,che ha illustrato il lavoro svolto dal suo ufficio in favore della categoria consolare onoraria ed ha risposto compiutamente ai vari quesiti formulati dai Consoli Onorari presenti.

Il Dott. Savina, nella sua esposizione, ha messo in evidenza, ricollegandosi anche ad un recente articolo pubblicato sull’Economist, come il ruolo dei Consoli Onorari sia in forte aumento. L’espansione dei flussi turistici e migratori e la crescita delle relazioni economiche internazionali rendono il loro ruolo sempre più indispensabile. Ciò anche in considerazione delle ristrette risorse dei Ministeri degli Esteri che pertanto sempre più si avvalgono dell’appassionata opera di volontariato svolta dai Consoli Onorari.

Si è deciso pertanto di sensibilizzare il Ministro degli Affari Esteri Gentiloni sull’insostituibile attività svolta dai circa 600 Consoli Onorari rappresentanti 124 Paesi operanti in Italia e degli oltre 400 Consoli Onorari che rappresentano la nostra Repubblica all’estero. Si sta provvedendo inoltre a sensibilizzare i Sindaci e i Prefetti d’Italia affinché li assistano e li coinvolgano sempre di più nelle attività cittadine.

Si è poi convenuto sull’opportunità di avviare corsi di formazione e aggiornamento per i Consoli Onorari.

A seguito del messaggio a suo tempo pervenuto dal Ministro Plenipotenziario Cristiano Gallo, già Capo del Cerimoniale di Stato presso la Presidenza del Consiglio, si è dibattuto circa l’opportunità di collaborare alla revisione delle precedenze nel protocollo di Stato per restituire ai Consoli Onorari una adeguata posizione.

La prima parte dei lavori assembleari dell’U.C.O.I. si è conclusa con la consegna del “Premio Filippo Gramatica 2014” all’Amb. Carlo Marsili “per l’apporto appassionato e costante alla valorizzazione della funzione consolare onoraria e per il valido sostegno alle attività dell’U.C.O.I. e dell’U.C.O.I.M.”

Ha fatto seguito il Congresso Internazionale dell’U.C.O.I.M. con la partecipazione del suo Presidente e Console On. d’Italia in Turchia, Dott.ssa Oya Izmirli e l’intervento del Consigliere Marco Di Ruzza, Capo dell’Ufficio competente per i Consoli Onorari d’Italia nel Mondo presso la Direzione Generale per le Risorse Umane e l’Innovazione del Ministero degli Esteri. Egli ha puntualmente illustrato le innovazioni in atto riguardanti la rete consolare e sottolineato la considerazione della Farnesina per l’abnegazione dei Consoli Onorari all’estero.

Per quanto riguarda questi ultimi, si è discusso sulla necessità della elevazione dell’età di cessazione dall’incarico, sulla opportunità che il Governo italiano conferisca un riconoscimento ai consoli meritevoli alla cessazione del mandato, e sul loro inserimento nella rete telematica del MAE. L’UCOIM lavorerà a tal fine in stretto contatto con il Ministero degli Esteri.


Luogo:

Roma

19620
 Valuta questo sito