Gentiloni: preoccupazione per ulteriore spirale di violenza in Libia
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Gentiloni: preoccupazione per ulteriore spirale di violenza in Libia

Data:

12/11/2014


Gentiloni: preoccupazione per ulteriore spirale di violenza in Libia

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni esprime “seria preoccupazione per la violenta esplosione avvenuta oggi a Tobruk e che ha provocato vittime e feriti e costituisce l’ultimo episodio di una lunga serie di atti di violenza che nuocciono alla stabilità e alla causa della riconciliazione nazionale”. “L’attuale situazione – ha aggiunto Gentiloni - è di estrema delicatezza ed azioni come questa non possono che provocare un ulteriore innalzamento della tensione”.

“La fine degli attacchi è il primo passo per avviare una ripresa del dialogo tra le parti ora quanto mai necessaria” ha affermato il titolare della Farnesina.

“Ripresa per la quale - ha concluso Gentiloni - è attivo il Rappresentante Speciale del Segretario Generale dell’ONU, Bernardino Leon, con il pieno sostegno dell’Italia e della nostra rappresentanza in Libia”.


Luogo:

Roma

19627
 Valuta questo sito