Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato Congiunto della 9a Riunione Congiunta del Comitato Governativo Cina-Italia

Data:

25/01/2019


Comunicato Congiunto della 9a Riunione Congiunta del Comitato Governativo Cina-Italia

Comunicato Congiunto

della 9a Riunione Congiunta del Comitato Governativo

Cina-Italia

(25 gennaio 2019, Roma)

1. Su invito del Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, il Consigliere di Stato e Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Cinese, Wang Yi ha effettuato una visita ufficiale in Italia dal 25 al 26 gennaio 2019. I due Ministri hanno aperto insieme la sessione plenaria del Comitato Governativo Italia-Cina.

Partenariato strategico globale

2. Nel corso della visita i due Ministri hanno discusso approfonditamente delle relazioni bilaterali, delle relazioni Ue – Cina nonché di altre questioni regionali e internazionali di comune interesse. I due Ministri hanno espresso vivo compiacimento per l’eccellente andamento del Partenariato Strategico Globale. Hanno ribadito la volontà di svilupparlo ulteriormente per conseguire gli obiettivi previsti dal “Piano d’Azione per il rafforzamento della cooperazione economica, commerciale, culturale e scientifico-tecnologica tra Italia e Cina 2017-2020”.  Essi hanno sottolineato come tale nuova fase della collaborazione intergovernativa abbia tratto positivo slancio dal serrato calendario già realizzato di visite istituzionali italiane e cinesi.

Rapporti bilaterali

3. I due Ministri hanno preso nota con soddisfazione dell’andamento positivo dei rapporti bilaterali, anche in vista della ricorrenza nel 2020 del 50° anniversario dello stabilimento di relazioni diplomatiche tra Italia e Cina (“Road-to-Fifty”). Nell’ottobre del 2018 il Primo Ministro cinese Li Keqiang ed il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si sono incontrati a Bruxelles a margine del XII Vertice ASEM. I due Ministri hanno espresso soddisfazione per lo svolgimento dell’incontro fra i due Primi Ministri, ricordando che il Piano d’Azione 2017-2020 prevede un meccanismo di incontro annuale a livello Capi di Governo. Essi hanno manifestato l’intenzione di dare seguito al colloquio tra i due Primi Ministri per innalzare ulteriormente il livello della fattiva cooperazione bilaterale. I due Ministri hanno espresso particolare apprezzamento per gli esiti delle missioni in Cina svolte nel secondo semestre del 2018 dal Vice Premier e Ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e Politiche Sociali Di Maio e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Tria.

I due Ministri hanno espresso la volontà di continuare a mantenere un ritmo intenso di incontri ad alto livello. In tale quadro, le due Parti hanno confermato la viva aspettativa di una prossima visita di Stato in Italia del Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping.

Questioni regionali e globali

4. I due Ministri hanno confermato l’intenzione di intensificare e approfondire il loro partenariato strategico globale al fine di contribuire al rafforzamento della pace, della sicurezza, della stabilità internazionale e dello sviluppo sostenibile, nel pieno rispetto dei fini e dei principi della Carta delle Nazioni Unite. I due Ministri hanno ribadito la volontà di promuovere il multilateralismo e il sistema internazionale fondato sulle regole, con le Nazioni Unite al suo centro. I due Ministri hanno convenuto sull’opportunità di promuovere rapporti internazionali basati su rispetto reciproco, equità, giustizia e beneficio comune nella prospettiva di una rafforzata solidarietà globale.

5. I due Ministri hanno sottolineato che le due Parti rafforzeranno il coordinamento sulle questioni multilaterali, intensificando la collaborazione in seno alle Nazioni Unite, G20, ASEM, OMC, e un approfondito scambio di opinioni sulle importanti questioni internazionali, in particolare sulla governance globale, sul sistema multilaterale del commercio, sull’Agenda 2030 dello sviluppo sostenibile, sui cambiamenti climatici e sull’“Accordo di Parigi”. Le due Parti hanno concordato sull’importanza di riformare il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per rafforzarne l’autorità e l’efficacia e si sono impegnate a continuare il proficuo ed efficace dialogo sul tema con l’obiettivo di favorire l’individuazione di un modello di riforma omnicomprensivo e capace di riscuotere il più ampio consenso possibile in seno alla membership onusiana.

6. I due Ministri hanno scambiato opinioni su alcune questioni regionali e globali di comune interesse, come la situazione nella penisola coreana, in Siria, il processo di riconciliazione in Libia. I due Ministri hanno anche discusso di possibili attività di collaborazione congiunta.

Relazioni UE - Cina

7. I due Ministri degli Esteri hanno ribadito il sostegno allo sviluppo di relazioni complessive tra la Cina e l’UE dirette all’approfondimento del partenariato strategico globale, basato sui principi di rispetto reciproco, fiducia, uguaglianza e vantaggio reciproco nel quadro dell’attuazione dell’Agenda Strategica di Cooperazione Ue-Cina 2020. I due Ministri hanno confermato che considerano una priorità centrale il negoziato in corso per un ambizioso accordo tra l’UE e la Cina, diretto a creare un ambiente aperto, equo e trasparente per i reciproci flussi di investimenti. I due Ministri hanno ribadito il loro sostegno ai negoziati sull’accordo di cooperazione e tutela delle indicazioni geografiche.

Essi hanno altresì convenuto di favorire i dialoghi di ogni settore già in corso tra l’Unione Europea e la Cina, incluso quello sui diritti umani sulla base dei principi di eguaglianza e rispetto reciproco.

Connettività

8. I due Ministri hanno ribadito l’interesse a collaborazioni congiunte nell’ambito dell’iniziativa “Belt and Road”. Essi hanno posto in rilievo la comune determinazione ad attuare il “Memorandum d’intesa sullo sviluppo della cooperazione in mercati terzi”, recentemente siglato. Essi hanno anche espresso la volontà di rafforzare le sinergie tra la BRI e le Reti di Trasporto Trans-europee (TEN-T), nonché con le infrastrutture italiane, in vista dell’intensificazione della collaborazione nei settori della portualità, della logistica e dei trasporti marittimi. A tale riguardo i due Ministri hanno richiamato la Strategia dell’UE sulla connettività euro-asiatica, adottata il 15 ottobre 2018, e le discussioni in corso in seno alla Piattaforma sulla Connettività UE Cina. I due Ministri hanno ribadito la volontà di utilizzare la comune partecipazione alla AIIB per progetti congiunti diretti a promuovere la connettività sino-europea in modo inclusivo, aperto e sostenibile. I due Ministri hanno sottolineato la volontà di rafforzare la collaborazione e il coordinamento in ambito ASEM per dare nuovo impulso al miglioramento della connettività tra l’Europa e l’Asia, anche sulla base del rapporto del gruppo di lavoro ad hoc. I due Ministri hanno espresso la volontà di rafforzare i collegamenti aerei tra i due Paesi, agevolando l'attività dei rispettivi vettori e favorendo l’accesso ai rispettivi mercati.

Commercio e investimenti

9. I due Ministri hanno riaffermato l’impegno a favore di un’economia mondiale aperta, contro il protezionismo e l’unilateralismo per realizzare una globalizzazione inclusiva, sostenibile, equa e vantaggiosa per tutti. I due Ministri hanno ribadito il sostegno ad un sistema commerciale multilaterale basato sulle regole, trasparente, inclusivo, non discriminatorio, con l’OMC al suo centro.

Le due Parti sostengono le necessarie riforme dell’OMC con l’obiettivo di  rafforzarne il ruolo.

Essi hanno ribadito il ruolo positivo della Commissione Mista (la cui XIII sessione si è svolta a Pechino il 17 dicembre 2018) e l’obiettivo di promuovere una solida ed equilibrata crescita dell’interscambio di beni e servizi e del flusso di investimenti, promuovendo la leale competizione tra le imprese e un effettivo mutuo beneficio, anche attraverso un’efficace tutela della proprietà intellettuale e il  rafforzamento della lotta alla contraffazione incluso nell’ambito del commercio elettronico e dell’import-export, sia nel quadro delle relazioni bilaterali sia nel contesto multilaterale.

I due Ministri hanno concordato sulla necessità di un più ampio e facile accesso ai rispettivi mercati e ritengono al riguardo che sia necessario eliminare gradualmente le barriere non tariffarie che creano ingiustificati ostacoli al commercio, cooperando per il reciproco avvicinamento degli standard tecnici e delle misure sanitarie e fitosanitarie.

10. I due Ministri hanno sottolineato come l’applicazione del Memorandum d’intesa sullo sviluppo della cooperazione in mercati terzi potrà offrire sostegno alle imprese dei due Paesi interessate a lavorare congiuntamente in Paesi Terzi. I due Ministri hanno anche concordato sull’opportunità di incoraggiare le istituzioni finanziarie a esplorare finanziamenti per la cooperazione in mercati terzi tra aziende italiane e cinesi, nonché per infrastrutture e finanziamento al commercio in entrambi i Paesi.

I due Ministri hanno sottolineato l’importanza del Forum Italia-Cina dedicato alle piccole e medie imprese svoltosi a Dalian e Qingdao il 19-21 giugno 2018 e hanno salutato con favore la quinta edizione del Business Forum svoltosi il 6 novembre 2018 a Shanghai, a margine del China International Import Expo (CIIE).

I due Ministri hanno espresso il loro sostegno alle attività della Task Force Cina presso il MiSE.

Per rafforzare la cooperazione economica ed i reciproci investimenti dei due Paesi è auspicabile un rapido completamento della negoziazione di accordi bilaterali riguardo alle doppie imposizioni e alla lotta all’evasione fiscale e al reciproco riconoscimento delle patenti di guida.

Le due Parti hanno riconosciuto il ruolo del CCPIT, dell’ICE, di altre agenzie di promozione commerciale e delle Camere di Commercio nella promozione della cooperazione commerciale bilaterale, ed inoltre hanno ribadito il loro sostegno alle associazioni imprenditoriali per espandere ulteriormente la cooperazione nel commercio e nella promozione degli investimenti, nelle esposizioni/fiere e nel diritto commerciale.

11. I due Ministri concordano sull’opportunità di un rafforzamento del coordinamento, del dialogo e della collaborazione delle istituzioni economico-finanziarie attraverso il “Meccanismo di dialogo” istituito tra il Ministero delle Finanze della RPC ed il Ministero dell’Economia delle Finanze italiano. Essi incoraggiano anche il partenariato tra le rispettive istituzioni finanziarie per promuovere lo sviluppo degli scambi e degli investimenti.

Collaborazioni settoriali

12. In linea con il Piano d’Azione bilaterale 2017-2020, i due Ministri hanno confermato la priorità dei seguenti ambiti di collaborazione: a) ambiente ed energia sostenibile; b) agricoltura; c) urbanizzazione sostenibile; d) sanità; e) aviazione; f) tecnologie spaziali e relative applicazioni; g) infrastrutture e trasporti.

13. Protezione dell’Ambiente, Lotta al Cambiamento Climatico e Sviluppo Sostenibile. I due Ministri hanno preso nota con favore degli ultimi sviluppi della collaborazione in materia derivanti dall’applicazione dell’Accordo su protezione ambientale e sviluppo sostenibile, firmato dai Ministri competenti per l’Ambiente nel giugno 2017. Essi hanno ribadito l’impegno a rafforzare la collaborazione per l’attuazione dell’Accordo di Parigi e dell’Agenda 2030 e a promuovere obiettivi sempre più avanzati di efficienza energetica e di progressiva transizione verso la c.d. economia circolare.

14. Agricoltura e Sicurezza Alimentare. I due Ministri hanno preso nota con soddisfazione del rafforzamento degli scambi di personale e di informazioni nel settore agricolo. Essi hanno espresso l’auspicio che possa essere intensificata la collaborazione in settori quali: la rivitalizzazione dello sviluppo rurale, la tecnologia agricola e la salute animale. I due Ministri hanno convenuto sulla necessità di dare impulso alla collaborazione tra le istituzioni di ricerca scientifica in ambito agricolo dei due Paesi, anche a sostegno delle imprese italiane e cinesi.

I due Ministri hanno convenuto sull’esigenza di dare impulso ai negoziati in corso sui dossier agroalimentari e di approfondire la collaborazione bilaterale nei settori della sicurezza alimentare e della sanità animale, anche nell’ambito delle competenti Agenzie delle Nazioni Unite, per sostenere un alto livello di standard sanitario, veterinario e fitosanitario nei propri Paesi e quindi nel commercio internazionale degli alimenti.

15. Salute. I due Ministri hanno sottolineato l’importanza del continuo rafforzamento degli scambi di esperienze e collaborazione, compreso nel settore della medicina tradizionale cinese, nell’ambito del Programma di Attuazione per il periodo 2017 - 2019 del Piano d’Azione per la cooperazione sanitaria fra la Commissione Nazionale Cinese per la Salute e la Pianificazione Familiare ed il Ministero della Salute Italiano.

16. Settore spaziale. I due Ministri hanno sottolineato il valore strategico della collaborazione spaziale tra Italia e Cina. Essi hanno espresso soddisfazione per i significativi progressi raggiunti in tale settore e hanno ricordato al riguardo il lancio il 2 febbraio 2018 del satellite cinese China Seismo Electromagnetic Satellite (CSES), con a bordo il rilevatore di particelle italiano sviluppato nell’ambito del progetto “Li Madou”, salutato anche da uno scambio di messaggi tra i Capi di Stato dei due Paesi. I due Ministri hanno manifestato l’intenzione di promuovere ulteriormente la collaborazione con particolare riferimento ai settori della scienza spaziale, dell’esplorazione dello spazio profondo e delle missioni spaziali umane nell’ambito dell’Accordo quadro firmato dalle due Agenzie Spaziali nel febbraio 2011. I due Ministri hanno incoraggiato il prosieguo della collaborazione anche nella missione CSES-2 che sarà lanciata nel 2021 e hanno auspicato la piena applicazione dell’accordo firmato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e dall’Agenzia Spaziale Cinese per il Volo Umano (China Manned Space Agency) nel febbraio 2017. In particolare, i due Ministri prendono atto con soddisfazione delle attività di sviluppo in corso per la partecipazione italiana alla stazione spaziale cinese attraverso la realizzazione di moduli abitativi e connessi sperimenti scientifici, in cambio, da parte cinese, di opportunità di volo per astronauti ed esperimenti scientifici italiani.

17. Innovazione tecnologica. I due Ministri hanno espresso soddisfazione per i progressi ottenuti nel quadro del “Piano strategico congiunto nel settore della scienza, tecnologia e innovazione verso il 2020”, e hanno manifestato la volontà di rafforzare il dialogo sulle politiche per l’innovazione, accrescere le collaborazioni nelle grandi infrastrutture di ricerca e rafforzare gli scambi e la cooperazione fra il personale scientifico dei due Paesi. I due Ministri degli Esteri hanno riconosciuto il ruolo positivo della Settimana della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione Italia - Cina nel valorizzare le risorse per l’innovazione dei due Paesi anche quale fattore di competitività industriale a livello internazionale. 

18. Risorse umane e previdenza sociale. I due Ministri hanno convenuto di proseguire i negoziati per la finalizzazione dell’Accordo sui tirocini. I due Ministri hanno concordato di continuare il dialogo in merito alla possibilità di firmare un accordo bilaterale in materia di previdenza sociale.

19. Cultura. I due Ministri hanno ribadito l’importanza della cooperazione bilaterale nei settori delle arti sceniche, delle arti visive, della protezione dei beni culturali, dei musei, della lotta al traffico illecito e contrabbando di beni culturali, del design creativo, delle trasmissioni radio-televisive, dell’editoria e stampa. Essi hanno sottolineato l’importante ruolo svolto dal Forum Culturale Italia-Cina come piattaforma di dialogo e collaborazione esprimendo l’auspicio di un’intensificazione della sua operatività, anche con la piena attuazione dei gemellaggi tra siti UNESCO italiani e cinesi.

20. Istruzione. I due Ministri hanno concordato sulla necessità di approfondire la cooperazione nei settori dell’istruzione e degli scambi accademici ed hanno espresso l’auspicio che le consultazioni per il nuovo Programma Esecutivo triennale sull’Istruzione possano concludersi positivamente al più presto. Le due Parti hanno sottolineato l’importanza di favorire la diffusione delle rispettive lingue e culture, anche nei rispettivi sistemi scolastici, esprimendo il desiderio di ampliare il numero degli studenti, incoraggiano e sostengono il rafforzamento degli scambi, delle azioni di mobilità e della collaborazione fra le Istituzioni della Formazione Superiore dei due Paesi.

21. Turismo. Nel rilevare l’incremento dei flussi turistici tra l’Italia e la Cina, i due Ministri hanno espresso soddisfazione per la firma a Venezia nel gennaio 2018, in occasione della Cerimonia di apertura dell’Anno del Turismo Cina-Ue, del “Memorandum d’Intesa per il rafforzamento della cooperazione strategica nel turismo”. Essi hanno sottolineato l’importante significato che gli scambi e la cooperazione nel settore del turismo possono avere ai fini della migliore conoscenza reciproca e dell’amicizia tra i due popoli.

22. Sicurezza e Giustizia. I due Ministri hanno espresso soddisfazione per i positivi progressi ottenuti nella cooperazione bilaterale nel settore della sicurezza, menzionando in particolare il Meccanismo Operativo di Consultazione annuale tra il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno Italiano ed il Dipartimento per la Cooperazione Internazionale del Ministero della Pubblica Sicurezza cinese e i pattugliamenti congiunti e hanno concordato di rafforzarla, con specifico riferimento ai temi del contrasto al crimine organizzato transnazionale e dell’immigrazione irregolare ,  del recupero dei beni trafugati, della lotta al terrorismo, della lotta alle truffe telematiche, della protezione della proprietà intellettuale e del traffico di esseri umani. I due Ministri degli Esteri hanno preso nota con favore dei progressi raggiunti nella collaborazione nel settore della giustizia e hanno concordato di rafforzarla, con specifico riferimento ai temi dell’estradizione, dell’assistenza giudiziaria in materia civile, commerciale e penale, e della lotta alla corruzione.

23. Sport. I due Ministri sostengono gli scambi e la collaborazione bilaterale nel settore dello sport, incoraggiano i contatti diretti tra gli organismi sportivi di ogni livello dei due Paesi ed il rafforzamento del dialogo e del coordinamento negli eventi sportivi internazionali, per contribuire allo sviluppo della collaborazione sportiva e delle relazioni amichevoli tra Italia e Cina.

24. I due Ministri hanno confermato il ruolo centrale del Comitato Governativo Italia-Cina quale meccanismo di impulso e coordinamento dell’intero spettro della cooperazione italo-cinese.

Essi si sono impegnati a mantenere frequenti contatti ed hanno convenuto che la decima sessione plenaria del Comitato Governativo sarà ospitata nella Repubblica Popolare Cinese nell’anno 2020.

Adottato a Roma il 25 gennaio 2019, in italiano e cinese, le due lingue aventi uguale valore.


Tags:

Asia

27811
 Valuta questo sito