Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Incontro della Vice Ministra Del Re con il Sottosegretario Generale (USG) delle Nazioni Unite

Data:

26/06/2019


Incontro della Vice Ministra Del Re con il Sottosegretario Generale (USG) delle Nazioni Unite

del re - mark lowcock

La Vice Ministra agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, ha ricevuto oggi alla Farnesina il Sottosegretario Generale (USG) delle Nazioni Unite e Capo dell'Ufficio ONU per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA), Mark Lowcock.

La Vice Ministra ha espresso apprezzamento per l’impegno di Lowcock per rendere l’azione di OCHA più efficace, sottolineando che una maggiore decentralizzazione rafforza le capacità di coordinamento e aiuta a meglio comprendere i bisogni delle persone. “L’Italia” – ha detto la Vice Ministra – “segue e sostiene da vicino il lavoro dell’OCHA e ha incrementato il proprio contributo finanziario nel 2019”. Lowcock ha ringraziato per il sostegno italiano confermando di condividere pienamente le nostre priorità, quali il sostegno alle donne e alle ragazze e la lotta contro la violenza di genere; i programmi a favore delle persone disabili; l’educazione nelle crisi protratte.

Del Re ha quindi attirato l’attenzione del suo interlocutore sulla situazione umanitaria in Libia, evocando la necessità di un approccio coordinato e più strutturato delle agenzie ONU (OCHA, IOM e UNHCR) impegnate negli aiuti umanitari ai circa 700.000 migranti e rifugiati. Lowcock ha concordato su questa necessità.

La Vice Ministra ha poi invitato l’USG a visitare la base logistica delle Nazioni Unite di Brindisi al fine di esplorarne insieme le ulteriori potenzialità di sviluppo e impiego nella risposta alle crisi umanitarie.

In relazione al Corno d’Africa, regione dalla quale la Vice Ministra è appena rientrata da una missione, i due interlocutori hanno concordato sulla necessità di far fronte all’emergenza alimentare in corso e sostenere i processi di riforma e sviluppo in atto.


28492
 Valuta questo sito