Alfano: “Apprezziamo la volontà degli Emirati Arabi Uniti e dell’Arabia Saudita di voler risolvere la crisi nel golfo solo con mezzi diplomatici”
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Alfano: “Apprezziamo la volontà degli Emirati Arabi Uniti e dell’Arabia Saudita di voler risolvere la crisi nel golfo solo con mezzi diplomatici”

Data:

23/07/2017


Alfano: “Apprezziamo la volontà degli Emirati Arabi Uniti e dell’Arabia Saudita di voler risolvere la crisi nel golfo solo con mezzi diplomatici”

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano:

"Nei giorni scorsi ho nuovamente discusso degli sviluppi della situazione nel Golfo con i ministri degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti e dell’Arabia saudita, in occasione delle rispettive visite a Roma.

Apprezzo la volontà da loro manifestata di perseguire le sole vie diplomatiche per giungere a una soluzione.

Il Memorandum d’intesa fra gli Stati Uniti e il Qatar e la nuova legislazione che il Qatar ha introdotto per rendere più efficace il contrasto al terrorismo e al suo finanziamento, rappresentano sviluppi positivi che confermano l’impegno del Qatar anche quale membro della Coalizione globale anti-Daesh. La lotta al terrorismo è una priorità per l’Italia.

In quest'ottica, un pieno e tempestivo ripristino della collaborazione fra i Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo è necessario anche per offrire una risposta comune al terrorismo e all’estremismo.

Auspico l’avvio di un dialogo sincero fra i Paesi coinvolti, basato sul rispetto del diritto internazionale, della sovranità e della dignità di ognuno, al fine di allentare le tensioni, affrontare le origini del dissidi e condurre quanto prima a una soluzione duratura e sostenibile.

In tale prospettiva, ribadendo la preoccupazione italiana per le implicazioni umanitarie della crisi, confido che, quale gesto di buona volontà, venga ripristinata la fruibilità della frontiera terrestre fra il Qatar e l’Arabia Saudita".


25234
 Valuta questo sito