Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Colloquio telefonico del ministro Alfano con il suo omologo francese

Data:

26/07/2017


Colloquio telefonico del ministro Alfano con il suo omologo francese

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha avuto questa mattina un colloquio telefonico con il Ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian.

Nel corso della telefonata, concordata durante l’incontro bilaterale dei due ministri avvenuto a Roma lunedì scorso, Le Drian ha riferito sull’esito dell’iniziativa  del Presidente francese Emmanuel Macron e degli incontri con il Premier libico Fayez al-Serraj e il generale Khalifa Haftar avvenuti ieri a Parigi.

Il ministro degli esteri francese ha definito l'intesa di Parigi un "testo di buon livello" di cui pero' resta da verificare l'attuazione, specificando in particolare che esso riconosce gli accordi di Shkirat e si impegna a dare pieno sostegno all’azione del nuovo Inviato Speciale delle Nazioni Unite Ghassan Salamè nel processo di stabilizzazione della Libia.

Il ministro Le Drian ha ricordato che il Presidente Macron ha pubblicamente richiamato l'incontro della vigilia  tra i due ministri Le Drian e Alfano e ha sottolineato la concordanza di vedute con l'Italia sulla necessità che il processo politico sia ora condotto nel quadro dell’azione guidata dal nuovo Inviato Speciale delle Nazioni Unite Salamé.

Al riguardo Alfano ha ribadito “l’importanza che ogni futura iniziativa sulla Libia sia ricondotta nell’ambito dell'azione delle Nazioni Unite e dell'Inviato speciale in modo da facilitare la riconciliazione  nazionale della Libia. "

Nel riferirsi alla visita odierna a Roma del Presidente Serraj e del ministro degli Esteri libico,  i ministri degli esteri di Francia e Italia hanno infine convenuto di risentirsi a breve e di continuare a mantenere uno stretto raccordo sull’evoluzione del dossier libico e sull'azione congiunta alle Nazioni Unite.


25246
 Valuta questo sito