Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Conclusioni missione del ministro Alfano negli EAU

Data:

20/01/2018


Conclusioni missione del ministro Alfano negli EAU

“Una visita molto intensa e proficua, che ha permesso di confermare l’eccellente stato delle relazioni bilaterali, di rafforzare la qualità del dialogo politico in un paese e in una regione di cruciale importanza strategica.

Durante la missione abbiamo potuto anche firmare il contratto di partecipazione dell’Italia all'esposizione internazionale di Dubai nel 2020 e porre le basi per una stretta cooperazione in diversi progetti comuni in aree di mutuo interesse come la sostenibilità ambientale, le infrastrutture e l'innovazione. Sono molto soddisfatto dei  contatti di alto livello politico avviati assieme al nostro Commissario per Expo 2020, il Dott. Paolo Glisenti, al quale auguro ogni successo nel suo importante lavoro per la preparazione del padiglione italiano a Dubai. La nostra partecipazione ad Expo 2020 ci consente di portare avanti la legacy dell'Expo di Milano e costituisce una straordinaria opportunità per le imprese italiane.

Negli approfonditi colloqui avuti con il collega emiratino abbiamo potuto toccare una vasta gamma di temi, inclusa la stabilizzazione del Sahel, lo sviluppo del Continente Africano e la lotta agli estremismi. Sul piano bilaterale, le nostre relazioni sono basate su un dialogo sincero e costruttivo e una forte fiducia reciproca. In tale contesto, abbiamo parlato anche della Scuola Italiana di Abu Dhabi, dal momento che le nostre affinità culturali non sono meno forti dei nostri legami politici ed economici e concorrono a rendere completi i rapporti tra i due Paesi”.

Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, al termine della sua missione ad Abu Dhabi, nel corso della quale ha incontrato il Principe Ereditario Mohammed bin Zayed Al Nahyan, il suo omologo Abdallah bin Zayed Al Nahyan e una rappresentanza di imprenditori italiani, oltre ad assistere alla firma del contratto per la partecipazione dell’Italia ad Expo Dubai 20202.


26111
 Valuta questo sito