Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dichiarazione congiunta sulla Libia dei Governi di Algeria, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Italia, Marocco, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Tunisia

Data:

28/11/2015


Dichiarazione congiunta sulla Libia dei Governi di Algeria, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Italia, Marocco, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Tunisia

I Governi di Algeria, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Italia, Marocco, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Tunisia accolgono con favore la dichiarazione di sostegno per un Governo di Concordia Nazionale libico, firmata dalla maggioranza dei deputati della Camera dei Rappresentanti il 24 novembre, e osservano che una maggioranza del Congresso Nazionale Generale di Tripoli è a sua volta schierata fermamente a favore di questo Governo.
Incoraggiamo con forza tutte le parti a formare un Governo di Concordia Nazionale. Solo un Governo unitario può avviare il gravoso impegno per costituire un'amministrazione efficace, legittima, capace di ripristinare la stabilità e preservare l'unità del Paese conformemente alle attese di tutti i libici.
Elogiamo il coraggio dei membri della Camera dei Rappresentanti e del Congresso Nazionale Generale nell'affrontare le intimidazioni dei radicali che da entrambe le parti hanno tentato di ostacolare i progressi verso la costituzione del Governo unitario. Ammiriamo la loro determinazione a costruire una Libia unita per combattere l'instabilità, l'estremismo e il terrorismo. Coloro che tentano di impedire l'avanzamento dell'accordo saranno chiamati a rispondere delle loro azioni dal popolo libico e dalla Comunità internazionale.
I Governi di Algeria, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Italia, Marocco, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Tunisia confermano il loro pieno sostegno al processo politico delle Nazioni Unite guidato dal Rappresentante Speciale del Segretario Generale, Martin Kobler, nel suo impegno a facilitare la transizione politica in Libia.


21719
 Valuta questo sito