Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Incontro del Ministro Di Maio con il Ministro degli Esteri cinese, Wang Yi

Data:

26/09/2019


Incontro del Ministro Di Maio con il Ministro degli Esteri cinese, Wang Yi

img-20190926-wa0015Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha incontrato il Consigliere di Stato e Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Cinese, Wang Yi, a margine della 74° Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York.

Il colloquio ha permesso di riaffermare l’ottimo stato delle relazioni bilaterali tra Italia e Cina, di cui ricorrono i 50 anni nel 2020; una ricorrenza che sarà celebrata con l’organizzazione dell’Anno italo-cinese della Cultura e del Turismo, con un ricco calendario di iniziative culturali in numerosi settori che avranno luogo sia in Italia che in Cina.

I due interlocutori hanno riaffermato l’impegno ad intensificare la cooperazione economica bilaterale, sia favorendo lo sviluppo di iniziative congiunte in Cina e nei mercati terzi, che rimuovendo le barriere tariffarie e non tariffarie per semplificare l’accesso al mercato cinese dei prodotti italiani - in particolare agroalimentari - e per riequilibrare la bilancia commerciale. A tale proposito, il Ministro Di Maio ha annunciato al suo omologo la propria partecipazione alla prossima China International Import Expo (CIIE) di Shanghai a novembre, in cui l’Italia è un “Paese partner”, insieme a circa 150 aziende italiane.

In tema di connettività tra Europa ed Asia, i Ministri hanno ribadito l’intenzione di lavorare all’individuazione di specifiche iniziative di collaborazione da realizzare tramite partnership tra imprese italiane e cinesi in settori strategici come l’energia, la cantieristica e la logistica e di esplorare possibilità di collaborazione in seno alla Asian Infrastructure Investment Bank anche nel settore dei progetti congiunti in Paesi Terzi.

I due interlocutori hanno infine trattato il tema della riforma del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che vede Italia e Cina dalla stessa parte nell’ambito del Gruppo “Uniting for Consensus” (UfC), cui Pechino partecipa come osservatore.  Nel condividere l’obiettivo di un Consiglio di Sicurezza più democratico, responsabile, trasparente ed efficace, i due Ministri si sono impegnati a rafforzare le sinergie anche in questo dossier.


28786
 Valuta questo sito