Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Missione negli EAU per il Sottosegretario Amendola per partecipare alla prima riunione d’area dei Capi missione nei Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo

Data:

05/07/2017


Missione negli EAU per il Sottosegretario Amendola per partecipare alla prima riunione d’area dei Capi missione nei Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo

Missione negli Emirati Arabi Uniti per il Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola, che da oggi è a Abu Dhabi per partecipare alla prima riunione d’area dei Capi missione nei Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC, di cui fanno parte Emirati, Oman, Arabia Saudita, Bahrein, Qatar, Kuwait). Sono stati associati all’appuntamento anche le Consoli d'Italia a Dubai e Gedda. Lo scopo della riunione - articolata su due giornate di lavoro - è la definizione di una strategia integrata di sostegno alla presenza italiana nei Paesi del GCC sotto il profilo politico, economico e della promozione culturale e scientifica. La sessione odierna - dedicata alle tematiche politiche - è stata preceduta da un incontro bilaterale tra il Sottosegretario Amendola e il Ministro di Stato agli Affari Esteri degli Emirati Arabi, Anwar Mohammed Gargash. Il colloquio si è principalmente concentrato sulla crisi che coinvolge il Qatar e alcuni Paesi membri del GCC, nonché l’Egitto. Successivamente il Ministro di Stato Gargash è intervenuto - alla presenza degli Ambasciatori italiani - all'apertura dei lavori della riunione. Il secondo panel della mattina ha potuto invece contare sulla presenza della Ministro di Stato per la Felicità, Ohud al Roumi, la quale ha presentato il "National Program for Happiness and Positivity" lanciato lo scorso anno dalle Autorità emiratine. Le sessioni di lavoro sono poi proseguite presso l'Ambasciata d'Italia con un'approfondita analisi del posizionamento italiano nei Paesi del GCC e delle potenziali ripercussioni della crisi in corso. Sono state inoltre esaminate le possibili conseguenze sulle altre crisi regionali (Siria, Iraq, Yemen, Libia). Nel pomeriggio, con un collegamento in video conferenza, il Ministro degli Esteri, Angelino Alfano, ha sottolineato l'importanza della riunione, ribadendo il sostegno a una soluzione negoziale dell'attuale crisi nel Golfo e alla mediazione condotta dall'Emiro del Kuwait. Un sostegno che il Ministro Alfano ha manifestato nei suoi frequenti contatti con i principali attori regionali. La riunione d’area proseguirà domani con un'articolata sessione dedicata ai temi economico - commerciali, alla promozione del made in Italy e al posizionamento strategico del Sistema Italia nei Paesi del Golfo.


25112
 Valuta questo sito