Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Oggi alla Farnesina la prima riunione del Gruppo di lavoro sul contrasto al finanziamento del Daesh della Coalizione anti-ISIL

Data:

19/03/2015


Oggi alla Farnesina la prima riunione del Gruppo di lavoro sul contrasto al finanziamento del Daesh della Coalizione anti-ISIL

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha aperto questa mattina alla Farnesina la prima riunione del Gruppo di lavoro sul contrasto al finanziamento del Daesh della Coalizione anti-ISIL. Il Gruppo è stato costituito in attuazione alla strategia concordata tra i Paesi maggiormente attivi della Coalizione, che hanno avviato una cooperazione rafforzata in formato di gruppi di lavoro ristretti. L’Italia presiede i lavori e guida il Gruppo insieme a Stati Uniti e Arabia Saudita.

“La nostra co-Presidenza, insieme agli Stati Uniti e all’Arabia Saudita, del Gruppo, è un riconoscimento della credibilità di cui gode il nostro Paese, tanto nel contrasto al terrorismo internazionale quanto nel settore del “counter-finance”. Nello specifico, abbiamo individuato tre principali aree di intervento: lo sfruttamento delle risorse energetiche da parte di ISIL, le attività criminali condotte da Daesh e le donazioni private esterne” ha affermato Gentiloni.

“La determinazione della Coalizione a sconfiggere la strategia del terrore di Daesh, oggi, dopo il vergognoso attacco sferrato ieri contro civili inermi a Tunisi, è ancora più forte” ha proseguito il Ministro.

La Riunione del WG “Counter Finance” si protrarrà fino a venerdì e si concluderà con l’adozione di un Piano d’Azione con specifiche misure per drenare le finanze del Daesh. Prendono parte ai lavori 29 delegazioni (Paesi e organismi internazionali). Oltre all’Italia, Stati Uniti, Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Bulgaria, Canada, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Francia, Georgia, Germania, Giappone (soltanto come osservatore), Iraq, Giordania, Kuwait, Lettonia, Libano, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Panama, Polonia, Qatar, Spagna, Turchia, Regno Unito, SEAE, Financial Action Task Force, Consiglio di Cooperazione del Golfo.

Nell’ambito della Coalizione anti-ISIL, oltre al WG “Counter Finance”, sono stati creati altri quattro gruppi di lavoro: militare, combattenti stranieri, sostegno alla stabilizzazione politica e “counter narrative”.


20319
 Valuta questo sito