Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Sereni interviene al webinar “The future of NATO”

Data:

08/10/2020


Sereni interviene al webinar “The future of NATO”

“Ad oltre più di 71 anni dalla sua nascita, l'Alleanza Atlantica attraversa una fase delicata della sua esistenza in cui è chiamata ad affrontare sfide di varia entità”. Lo ha dichiarato la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni al webinar “The future of NATO”, promosso dall’Aspen Institute.

“I nostri valori democratici condivisi e la difesa comune - ha proseguito Sereni - sono la base del legame tra l'Europa e il Nord America. Per questo, la cooperazione NATO-UE deve rimanere un impegno strategico per entrambe le sponde dell’Atlantico. L’Italia crede nella ‘autonomia strategica dell'Europa’, intendendola in piena complementarità con il legame transatlantico e come elemento che rafforza a che può permettere una condivisione degli oneri equa ed efficace tra Europa e Nord America. Un’Unione Europea capace di garantire una credibile sicurezza è nell'interesse sia della NATO che dei cittadini europei”.

“L’Alleanza - ha detto ancora la Vice Ministra - deve sapersi confrontare e dialogare con altre realtà geopolitiche dotate di forte e crescente impatto a livello globale. Il dialogo e la cooperazione con tali attori appare indispensabile per il futuro dell’Alleanza. Il cosiddetto Fianco Sud una delle aree in cui, più che altrove, deve misurarsi con crisi, conflitti e situazioni di instabilità che costituiscono gran parte di quelle sfide non convenzionali verso le quali l’Italia rivolge particolare attenzione. Le recenti tensioni nel Mediterraneo orientale devono inoltre far riflettere per quel che riguarda l’unità, la coesione e la credibilità dell'Alleanza. Per questo, sia a livello europeo che NATO, l'Italia è impegnata nel sostenere gli sforzi diplomatici per creare il dialogo tra le parti. Per questo, abbiamo accolto con favore l’istituzione da parte della Grecia e della Turchia di un meccanismo bilaterale per ridurre il rischio di incidenti nella regione. Segno che l'Alleanza ha in sé la capacità di superare tutto, anche incidenti e incomprensioni tra alleati”.

“La lunga storia dell’Alleanza è segnata da successi e capacità di evolversi. La NATO ha il DNA giusto per migliorare ulteriormente la propria capacità di condividere una visione strategica-politica comune, affrontando con efficacia - ha concluso Sereni - la varietà di minacce e sfide, e al contempo difendendo e promuovendo i nostri valori comuni”.


40288
 Valuta questo sito