Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Terza seduta annuale del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo

Data:

12/10/2020


Terza seduta annuale del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo

La Farnesina ha ospitato oggi la terza seduta annuale del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo, presieduta dalla Vice Ministra, Emanuela Del Re. Il Comitato Congiunto ha approvato un pacchetto d’iniziative del valore complessivo di oltre 25 milioni di euro, finalizzati a iniziative di cooperazione in Paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina.

Nel suo intervento introduttivo, la Vice Ministra ha innanzitutto ringraziato il Ministro Di Maio, che aveva presieduto le precedenti riunioni, per il sostegno che ha sempre dato e continua a dare al sistema della cooperazione. “A oltre due anni dall’assunzione del mio incarico alla Farnesina, mi convinco ulteriormente del ruolo e della responsabilità che l’Italia è chiamata ad assumere nella governance di fenomeni globali sempre più complessi e interconnessi.” – ha detto Del Re - “Una delle leve fondamentali di questa funzione è la cooperazione allo sviluppo. Tanto più in epoca di pandemia da Covid-19, che ha aggravato il quadro economico, umanitario e securitario di aree per noi di vitale importanza, come il Corno d’Africa e il Sahel.”

“A proposito di Sahel, mi preme esprimere grande felicità per la liberazione di Padre Pierluigi Macalli e di Nicola Chiacchio, nonché degli altri ostaggi rapiti dai gruppi jihadisti, ringraziando in particolare l’Unità di Crisi del MAECI e l’intelligence italiana per lo straordinario e costante lavoro di raccordo con le varie agenzie governative.” – ha proseguito.

“Sempre in tema di Sahel, proprio domani mi recherò in Niger per accompagnare l’invio di materiale di primo soccorso per le popolazioni locali colpite da gravi inondazioni, e per incontri con il Ministro degli esteri e con le autorità nigerine incaricate di ricevere e gestire gli aiuti.” – ha concluso la Vice Ministra.

 


40315
 Valuta questo sito