Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

La Vice Ministra Del Re ha partecipato oggi, a margine dell’UNGA, a un evento sulla copertura sanitaria universale

Data:

23/09/2019


La Vice Ministra Del Re ha partecipato oggi, a margine dell’UNGA, a un evento sulla copertura sanitaria universale

del re ungaLa Vice Ministra agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, ha partecipato oggi a New York, a margine della 74ma Assemblea Generale dell’ONU, a un evento sulla copertura sanitaria universale, cui hanno preso parte i rappresentanti dei 193 Stati membri dell’ONU.

L’obiettivo della Riunione, a conclusione della quale sarà adottata una Dichiarazione Politica, è di rilanciare l’ambizione politica e i progressi verso l’obiettivo della copertura sanitaria universale, ai fini del perseguimento dell’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 3 (SDG 3).

Nell’intervento pronunciato a nome dell’Italia, la Vice Ministra ha confermato l’impegno del nostro Paese a contribuire al raggiungimento del SDG 3. “La salute deve essere considerata come un bene pubblico globale” – ha detto Del Re. Ha quindi sottolineato come la salute sia, per risorse allocate, la primaria area d’intervento della Cooperazione allo sviluppo italiana sul canale multilaterale, ricordando l’annuncio del Presidente del Consiglio Conte sull’aumento del contributo italiano al Fondo Globale contro HIV, Tubercolosi e malaria, nei prossimi tre anni. “Anche a livello bilaterale, la copertura sanitaria universale è una priorità della nostra azione, concentrata sui paesi meno sviluppati, soprattutto nell’Africa sub-sahariana” – ha aggiunto la Vice Ministra.

Del Re ha quindi annunciato che, a seguito di una sua iniziativa, l’Italia è impegnata a diffondere la consapevolezza internazionale sulla diarrea infantile, riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Salute come la seconda causa di morte tra i bambini sotto i 5 anni nei paesi poveri. “L’Italia chiede azioni urgenti per facilitare campagne informative ed educative, inclusa la possibile istituzione di una specifica Giornata Internazionale e chiede l’allocazione di risorse finanziarie per sconfiggere questa malattia mortale attraverso politiche appropriate” – ha detto.


28756
 Valuta questo sito