Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Export, Di Stefano al primo dei nuovi Tavoli Settoriali

Data:

03/11/2020


Export, Di Stefano al primo dei nuovi Tavoli Settoriali
Il Sottosegretario Di Stefano ha presieduto, in videoconferenza, il primo della nuova serie di Tavoli settoriali dedicati alle categorie produttive nazionali. “Questo primo Tavolo settoriale virtuale costituisce una preziosa opportunità di dialogo e di ascolto delle associazioni di produttori e credo sia estremamente utile in questa straordinaria contingenza”, ha dichiarato il Sottosegretario.
 
I Tavoli si terranno fino alla fine del mese di novembre e copriranno i principali comparti produttivi: agroalimentare e vino; innovazione (aerospazio, energia, materiali innovativi, chimica, nanotecnologie e ICT); abbigliamento, tessile, moda; salute; tecnologie di filiera; associazioni trasversali; sistema abitare; tecnologie trasversali; ecosistema start-up; infrastrutture e logistica; industria culturale.
 
I Tavoli sono stati convocati a distanza di sei mesi dalla prima tornata, che ha portato alla firma del Patto per l’Export. “Abbiamo riconvocato questi tavoli - ha proseguito il Sottosegretario - con lo stesso spirito di aprile: mantenere aperto il canale di dialogo tra istituzioni e tessuto imprenditoriale e nella convinzione che sia necessario mantenere la barra dritta nonostante l’incertezza del contesto attuale.” 
 
“Auspichiamo che da questo dialogo possano pervenire suggerimenti concreti per rendere sempre più efficace la nostra azione di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese italiane e di supporto al Made in Italy, anche per programmare le attività promozionali di ICE Agenzia. Le linee d’azione definite dalla Cabina di Regia e la strategia indicata attraverso i sei pilastri del Patto per l’Export forniscono una chiara indicazione della direzione verso cui muoversi, desideriamo però approfondire con voi i canali e gli strumenti che possono risultare più efficaci nel particolare momento che stiamo attraversando”, ha concluso il Sottosegretario.

40498
 Valuta questo sito