Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

I Solisti Veneti a Washington

Data:

26/04/2018


I Solisti Veneti a Washington

L'Orchestra da Camera Italiana I Solisti Veneti si è esibita  con grande successo a Washington DC per commemorare la Giornata della Liberazione.

Washington D.C. 25 aprile 2018 - Per commemorare la Giornata della Liberazione la celebre Orchestra da Camera I Solisti Veneti è tornata a esibirsi a Washington DC, 16 anni dopo il concerto di inaugurazione dell’attuale sede dell’Ambasciata.

Di fronte a oltre 350 ospiti riuniti nell’atrio della Sede, nove musicisti condotti dal Maestro Claudio Scimone hanno reso omaggio alla creatività e all'eccellenza italiane. La selezione musicale ha dato risalto a Vivaldi, Salieri, Paganini, Rossini e a due compositori italiani contemporanei Piovani e Morricone.

Il Parlamento Europeo, ha riconosciuto I Solisti Veneti come "promotori straordinari della cultura al di là delle frontiere". Non soltanto musicisti, I Solisti Veneti studiano e promuovono il patrimonio musicale veneziano, un obiettivo che perseguono con programmi per studenti di tutte le età. Insieme hanno riproposto centinaia di opere del patrimonio musicale italiano precedentemente sconosciute, svelando al pubblico diversi grandi compositori del passato.

I Solisti Veneti sono gli eredi della grande scuola veneziana di strumenti ad arco. Fondati dal Maestro Scimone nel 1959, hanno raggiunto fama internazionale e sono stati acclamati da pubblico e critica. L'orchestra si è esibita in oltre 6000 concerti in tutto il mondo e ha registrato oltre 350 CD e DVD.

"Oggi, nella Giornata della Liberazione, ricordiamo attraverso le melodie di un gruppo musicale che rappresenta un'eccellenza italiana il contributo determinante fornito dagli Stati Uniti alla libertà del nostro Paese e alla ricostruzione dopo gli anni terribili della guerra civile e dell'occupazione " ha affermato l'ambasciatore Armando Varricchio.

Il concerto, promosso dall'Ambasciata d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura a Washington, è stato reso possibile grazie al sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e al contributo della società d’investimenti privata Fidia Holding S.p.A.


26732
 Valuta questo sito