Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Intervista

Data:

09/10/2007


Intervista

Il pacchetto di nuove sanzioni Ue nei confronti della Birmania verrà discusso il 15 ottobre a Lussemburgo.

D. Sottosegretario Gianni Vernetti, che grado di durezza uscirà fuori dalla discussione?
R. «L’Italia spinge per la massima rigidità, con il solo limite di non danneggiare una popolazione già provata».

D. Saranno inclusi i settori del legno, gas, minerali e preziosi?
R. «Sono i settori su cui si basa la sopravvivenza della giunta. L’Italia chiederà con forza che vengano inclusi».

D. Sarà inserita anche una procedura di controllo sulle triangolazioni commerciali?
R. «Vogliamo che sia un embargo effettivo, inseriremo tutte le misure necessarie per evitare aggiramenti».

D. La Cisl denuncia che la Avio Spazio Difesa ha fatturato quest’anno 1 milione e 400 mila euro con la Birmania: è una violazione dell’attuale embargo?
R. «Stiamo facendo le verifiche. Non posso ancora darle una risposta al momento».

D. Farete pressioni sulla Francia riguardo i contratti della Total?
R. «Mi sembra che già il presidente francese Sarkozy si sia mosso con discreto vigore. A livello europeo non credo che ci saranno grossi problemi. L’Unione europea è compatta. Il punto è convincere Cina, Russia e India».


7378
 Valuta questo sito