Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio intervista

Data:

11/11/2009


Dettaglio intervista

«Massimo D’Alema è un candidato forte, e noi lo sosterremo con decisione, e non solo perché è italiano. E’ stato premier e Ministro degli Esteri, ha ottime possibilità».

Il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, all’indomani degli incontri di Berlino conferma che il Governo Berlusconi punta su D’Alema alla carica di Mr. Pesc.

Da parte inglese si continua a spingere per Tony Blair alla presidenza.

Al di là della tattica negoziale di Gordon Brown, è ormai chiaro lo scenario complessivo e anche che non c’è la candidatura inglese di David Miliband. Quindi quella di D’Alema emerge come decisamente forte.

Se alla fine riuscisse a prevalere la posizione inglese per Blair allora la carica degli esteri andrebbe ai popolari: è per questo che è girato anche il suo nome?

Risulta acquisito che il Ppe va verso la presidenza e quindi la famiglia socialista punterà su Mr. Pesc, questa è soluzione che si realizzerà. Una mia candidatura non è mai esistita.

I tempi però si stanno allungando.

Una decisione deve essere presa entro il 19 novembre, data di scadenza della commissione Barroso, e quindi è prevedibile un Consiglio europeo in tempi stretti.


Luogo:

Roma

Autore:

di Carlo Marroni

9705
 Valuta questo sito