Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Radiazione dal PRA

 

Radiazione dal PRA

Per esportare definitivamente un veicolo all'estero dal 1 gennaio 2020 si dovrà prima richiedere la radiazione del veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), in modo da consentire il controllo dell'avvenuta revisione nei tempi stabiliti dalla legge.

Una volta effettuata la radiazione, il veicolo cancellato potrà circolare per raggiungere i transiti di confine per l'esportazione solo se munito del foglio di via e della targa provvisoria.

Per richiedere la cancellazione dal PRA di veicoli esportati a partire dal 1 gennaio 2020 i cittadini italiani non potranno più rivolgersi agli Uffici consolari presenti nel Paese in cui esportano definitivamente il veicolo.

Le richieste di radiazione di veicoli esportati entro il 31 dicembre 2019 continuano ad essere accettate dagli Uffici consolari secondo la normativa vigente fino a quella data a condizione che i veicoli siano stati reimmatricolati al momento della richiesta di radiazione. A tal fine il richiedente dovrà allegare a dimostrazione dei suddetti requisiti la copia della carta di circolazione estera e qualsiasi documentazione che, direttamente o indirettamente, dia prova dell’avvenuta esportazione all’estero del veicolo entro il 31/12/2019.

 


1175
 Valuta questo sito