Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Collegio d’Europa di Bruges e Natolin

 

Collegio d’Europa di Bruges e Natolin

Collegio d’Europa di Bruges e Natolin

La Farnesina eroga annualmente borse di studio in favore di cittadini italiani interessati a studiare presso il Collegio d’Europa, in base alle disponibilità di bilancio.

Il Collegio d’Europa, con sede a Bruges (Belgio), fu fondato nel 1949 da illustri personalità europee quali  Salvador de Madariaga, Winston Churchill, Paul Henry Spaak e Alcide De Gasperi, con l’obiettivo di creare un istituto dalla vocazione internazionale in cui giovani universitari provenienti da diversi Paesi europei potessero studiare e vivere insieme per formarsi e specializzarsi su  questioni europee. Nel 1992 il Collegio d’Europa ha istituito un secondo Campus a Natolin (Varsavia, Polonia), con il sostegno della Commissione  Europea e del Governo polacco.

La missione del Collegio d’Europa è quella di consentire a studenti di livello postuniversitario, rigorosamente selezionati, di comprendere e approfondire le questioni politiche, giuridiche, economiche e internazionali riguardanti  il processo di integrazione europea.

Programmi di studio postlaurea (ogni programma di studio corrisponde ad un totale di 66 crediti - ECTS)

Master in:

  •                 Studi Europei Interdisciplinari (le Dimensioni Interne ed Esterne dell’Unione Europea)
  •                 Studi in Relazioni Internazionali e Diplomatiche dell’Unione Europea
  •                 Studi Politici e di Governance Europei
  •                 Studi Economici Europei
  •                 Studi Economici Europei (Specializzazione: Integrazione Economica Europea e Mondo delle     
  •                 Imprese)
  •                 Studi Giuridici Europei

Per maggiori informazioni si prega di consultare la seguente pagina: https://www.coleurope.eu/

 

Assegnazione delle Borse di studio a. a. 2018-2019

Per l’anno accademico 2018-2019 il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha offerto borse di studio sulla base del criterio di merito associato al criterio del reddito familiare.

Le borse sono state pertanto attribuite a coloro che sono risultati più meritevoli sulla base della valutazione dei titoli, della documentazione e a seguito dei risultati ottenuti in sede di colloquio e che al tempo stesso abbiano dimostrato di rientrare nei parametri di reddito stabiliti.

Il punteggio finale minimo stabilito per l’attribuzione della borsa di studio è 70.

Alla luce dei colloqui e della documentazione reddituale pervenuta la Commissione ha stabilito inoltre di differenziare gli importi delle borse di studio secondo i seguenti parametri:

-          Candidati il cui nucleo familiare abbia un ISEE non superiore a 18.000 €  e che siano collocati nella graduatoria fra  i migliori 5 ricevono una borsa totale pari a 25.000 €;

-          Candidati il cui nucleo familiare abbia un ISEE superiore a 18.000 € e fino a 36.000  € ricevono una borsa parziale di  16.500 €;

-          Candidati il cui nucleo familiare abbia un ISEE maggiore di 36.000 e non superiore a 65.000 € ricevono  una borsa parziale di 8.500 €.

I candidati che sono risultati in graduatoria il cui reddito è superiore ai parametri sopra indicati, sono  stati ammessi al Collegio d’Europa senza borsa di studio.


24323
 Valuta questo sito