Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L’Agenzia Spaziale Europea

 

L’Agenzia Spaziale Europea

 

L'Agenzia

L'Agenzia Spaziale Europea (o ESA - European Space Agency), a cui aderiscono 20 Paesi,  è stata creata in ambito europeo nel 1975 al fine di aprire nuove strade all'esplorazione spaziale, sviluppare tecnologie avanzate ed edificare un'industria competitiva in grado di emergere sul piano mondiale.
La strategia spaziale dell'ESA si articola attorno a quattro principali assi:

• lo sviluppo delle conoscenze scientifiche,
• il miglioramento della qualità della vita sulla Terra,
• il successo della cooperazione europea,
• la promozione dell'industria europea.

Le attività principali dell'ESA riguardano: programmi scientifici e di esplorazione spaziale, osservazione della Terra, telecomunicazioni, navigazione satellitare, trasporto spaziale e lanciatori, Stazione Internazionale Spaziale.
L'ESA, con sede a Parigi, dispone dei seguenti Centri ed Istituti specializzati dislocati in Europa:

• l'European Space Research and Technology Centre (ESTEC) di Noordwijk, nei Paesi Bassi, per le missioni scientifiche dell'Agenzia.
• l'European Space Operations Centre (ESOC), di Darmstadt, in Germania, per il controllo dei satelliti ESA in orbita.
• l'European Space Research Institute (ESRIN) di Frascati, in Italia, per la raccolta, l'archiviazione e la distribuzione di dati satellitari ai partner dell'ESA. L'Istituto agisce anche come centro di informazione tecnologica per l'intera Agenzia.
• l'European Astronaut Centre (EAC) situato a Colonia, in Germania, per la selezione, l'addestramento, l'aiuto medico degli astronauti, oltre al supporto per le preparazioni al lancio e durante le missioni;
• l'European Space Astronomy Centre (ESAC), situato a Villafranca, in Spagna, per la raccolta, l'archiviazione e la distribuzione di dati delle missioni astronomiche e planetarie.
• il "Centre Spatial Guyanais" a Kourou, nella Guiana Francese, spazioporto dell'ESA.

Negli ultimi anni l'ESA ha avviato numerosi programmi spaziali di successo tra i quali, nei settori lanciatori, ARIANE e VEGA, e nel settore della esplorazione spaziale ExoMars. L'ESA sta sviluppando inoltre una sempre maggiore cooperazione con l'Unione Europea, al fine di elaborare una vera e propria Politica Spaziale Europea, che favorisca il trasferimento delle tecnologie spaziali in diversi altri settori di pubblico interesse (ad esempio, agricoltura, ambiente, trasporti, telecomunicazioni, sicurezza). Al momento i due principali programmi di interesse della UE sono il sistema di navigazione satellitare Galileo ed il programma di osservazione della terra Copernicus, precedentemente noto come GMES (Global Monitoring for Environment and Security). Il bilancio annuale dell'ESA, presso cui lavorano circa 2000 persone, é di circa 3 miliardi di Euro. L'Italia è il terzo contributore dell'Agenzia, dopo Francia e Germania, e svolge un ruolo di primo piano in molti dei programmi dell'Agenzia.

Struttura

Il Consiglio dell'ESA, l'organo di governo dell'Agenzia, è composto da rappresentanti di alto livello degli Stati membri. Il Consiglio ha il compito di redigere il Piano spaziale europeo, controllarne l'attuazione, decidere il livello di risorse da mettere a disposizione per il finanziamento a lungo termine delle attività dell'Agenzia. Generalmente, le riunioni del Consiglio si svolgono ogni tre mesi, a livello dei delegati, e ogni due o tre anni a livello ministeriale. L'Agenzia è diretta da un Direttore Generale che viene eletto dal Consiglio ogni quattro anni. Ogni settore di ricerca ha una propria direzione e risponde direttamente al Direttore Generale.

Obiettivi

L'ESA, come ente di ricerca e sviluppo, stabilisce il programma spaziale europeo che riguarda i campi della scienza, dell'osservazione della Terra, delle telecomunicazioni, delle tecnologie del segmento spaziale (comprese stazioni e piattaforme orbitanti, infrastrutture a terra e sistemi di trasporto spaziale), oltre che delle ricerche sulla microgravità. Il suo ruolo consiste anche nel coordinare il proprio lavoro con i programmi nazionali dei suoi stessi membri, nella prospettiva di un'integrazione progressiva dei programmi nazionali con quelli europei. Amministrazione capofila italiana è l'Agenzia Spaziale Italiana.

 

Rappresentanza diplomatica italiana competente per l'ESA:
Rappresentanza permanente d'Italia presso l'OCSE

Ufficio competente del Ministero Affari Esteri: Direzione Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali - Ufficio I


1409
 Valuta questo sito