Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

G7/G8, un foro di dialogo informale

 

G7/G8, un foro di dialogo informale

Comunicato dei Ministri degli Esteri del G7 sulla morte di Jamal KhashoggiG7 Foreign Ministers’ Statement on the Announcement of the Death of Jamal Khashoggi Statement We, the G7 Foreign Ministers, of Canada, France, Germany, Italy, Japan, the United Kingdom, the United States of...
Impegno del G7 per la TunisiaIn occasione della riunione ministeriale G7 di Toronto, il Ministro Alfano ha proposto un coordinamento G7 per incoraggiare l'adozione di misure a favore dell'economia tunisina da presentare al Vertice dei Capi...
G7G7:阿尔法诺从明天开始参加在多伦多举行的外交部长会议 外交部长安吉里诺·阿尔法诺将于4月22日星期日和4月23日星期一出席在多伦多举行的G7国家外交部长会议(外交部长)。在会议议程上的国际新闻主要议题是:叙利亚、伊拉克、伊朗、以巴冲突、北朝鲜、缅甸、委内瑞拉。此外还有关于联合国改革、海上安全、网络安全问题、反恐和暴力极端主义的会议。由非G7国家的女性外交部长出席的一场...
G7 Taormina Progress ReportG7 Taormina Progress ReportSotto la guida della Presidenza italiana del G7, quest’anno il Gruppo di Lavoro dell’Accountability (AWG)  del G7 ha elaborato il G7 Taormina Progress Report: Investing...
ultimi aggiornamenti

Cos’è G7?

Il G7 è un foro di dialogo informale che riunisce 7 Paesi altamente industrializzati (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti, cui si aggiunge l’Unione Europea) uniti da una serie di principi e valori comuni: libertà e democrazia, rule of law, rispetto dei diritti umani.

Come nasce?

Il G7 nasce nella prima metà degli anni ’70 del secolo scorso, a seguito della crisi del sistema di Bretton Woods e della crisi energetica del 1973, come foro informale di coordinamento in materia economica e finanziaria. Il primo Vertice dei Capi di Stato e di Governo, in formato ancora G6, risale al 1975; il formato attuale nasce nel 1976, con l’ingresso del Canada.

Come funziona?

Il G7 ha natura informale: non esiste un segretariato (come avviene invece nelle Organizzazioni Internazionali) né altre strutture permanenti ad esso dedicate. La preparazione del Vertice viene coordinata dalla Presidenza di turno, che si assume il compito di organizzare e ospitare le riunioni preparatorie nonché le varie riunioni a livello Ministeriale.

Cosa fa?

Nato come foro di dialogo e coordinamento in materia economica e finanziaria, il G7 ha esteso la sua attività fino a ricomprendere diversi altri settori dell’attività internazionale come l’aiuto allo sviluppo e il contributo alla pace e alla sicurezza globali. Va ricordato che i Paesi del G7 versano annualmente circa il 70% dell’aiuto pubblico allo sviluppo mondiale, per una cifra superiore ai 100 miliardi di dollari (dati OCSE 2015: https://www.oecd.org/dac/stats/ODA-2015-complete-data-tables.pdf); negli ultimi anni, l’attenzione del G7 si è focalizzata su temi come l’energia sostenibile, la lotta al cambiamento climatico, la sicurezza alimentare, la salute, l’eguaglianza di genere.

Come lo fa?

Le posizioni assunte dai Capi di Stato e di Governo del G7 in occasione dei Vertici forniscono un contributo significativo alla governance globale e ai processi decisionali delle Organizzazioni Internazionali. Esse conducono inoltre, in diversi casi, alla realizzazione di iniziative settoriali, spesso aperte alla collaborazione di attori esterni (Paesi terzi e società civile), che producono effetti di rilievo a livello globale. Fra queste, possiamo ricordare a titolo di esempio il Fondo Globale per combattere  AIDS, Tubercolosi e Malaria (Genova 2001: http://www.theglobalfund.org/en/; la Global Partnership contro la diffusione delle armi e dei materiali di distruzione di massa (Kananaskis 2002); l’iniziativa dell’Aquila sulla sicurezza alimentare (L’Aquila 2009).

Chi controlla?

Al fine di agevolare la possibilità di verificare l’effettiva azione del G7, nel 2009 – su iniziativa della Presidenza italiana – venne creato l’Accountability Working Group (AWG), con l’obiettivo di verificare il rispetto degli impegni assunti. Per garantire la trasparenza del processo e il controllo da parte della società civile, l’AWG pubblica annualmente un rapporto in merito a uno o più settori di azione del G7; ogni tre anni viene pubblicato un rapporto omnicomprensivo (l’ultimo, nel 2016, sotto Presidenza giapponese: http://www.japan.go.jp/g7/_userdata/common/data/iseshima_progress_report.pdf).  


688
 Valuta questo sito