Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Due nuovi contributi MAECI per rifugiati in Niger e Etiopia

Data:

09/12/2019


Due nuovi contributi MAECI per rifugiati in Niger e Etiopia

La Farnesina ha disposto due nuovi finanziamenti a valere sul Fondo Africa: un primo contributo di 800.000 euro è stato stanziato a favore dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine (UNODC), per rafforzare le capacità delle Autorità giudiziarie del Niger nel contrasto al traffico di esseri umani e la cooperazione giudiziaria con l’Italia. Il Niger, crocevia delle rotte migratorie verso il Mediterraneo centrale, rimane infatti prioritario per l’Italia.

Il Fondo Africa nell’anno 2019 ha impegnato quasi 10 milioni di euro in Niger per rafforzare l’assistenza a migranti e rifugiati e consolidare il supporto tecnico alle Autorità locali nel contrasto dell’immigrazione irregolare.

Il secondo finanziamento, di 642.000 euro, andrà a favore dello United Nations Capital Development Fund (UNCDF), per rafforzare i servizi di credito inclusivo a favore di rifugiati e comunità ospitanti in Etiopia, nelle regioni di Tigray, Somaliland e Addis Abeba. L’iniziativa si inserisce in un quadro di progetti, finanziati dal Fondo Africa, volti a sostenere le organizzazioni delle Nazioni Unite operanti in Etiopia nell’accoglienza di un gran numero di rifugiati. Questo nuovo progetto permetterà di migliorare l’autosufficienza economica e la capacità di risparmio dei rifugiati, in particolare donne, garantendo altresì un supporto ai cittadini etiopi volontariamente ritornati nel proprio Paese. 

 


29283
 Valuta questo sito