Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Sereni a Lega Araba: prevenire insieme annessioni israeliane

Data:

23/06/2020


 Sereni a Lega Araba: prevenire insieme annessioni israeliane

“Lavoreremo insieme per prevenire annessioni e passi unilaterali”. Così ha affermato la Vice Ministra Marina Sereni in occasione dell’incontro in presenza, tenuto oggi alla Farnesina, con una Delegazione di otto Ambasciatori della Lega Araba, che hanno presentato la Risoluzione 8522 con cui la Lega nelle scorse settimane ha condannato la prospettiva di annessione di porzioni della Cisgiordania e della Valle del Giordano, annunciata dal Governo israeliano.

“Condividiamo le vostre preoccupazioni con riguardo alla Cisgiordania. L’Italia resta convinta che solo una soluzione a due Stati, giusta e sostenibile, negoziata tra le Parti in buona fede e in conformità con il diritto internazionale, rimanga l’unica capace di garantire pace e prosperità in tutto il Medio Oriente. Se implementata - prosegue la Vice Ministra – la prospettiva israeliana porrebbe in serio pericolo ogni possibilità di ripresa del dialogo con i Palestinesi e comprometterebbe la fattibilità della prospettiva dei due Stati, minando dunque la stabilità della regione. È per questo motivo che l’Italia, insieme ai partner dell’Unione Europea, ha chiesto allo Stato di Israele di non mettere in atto passi unilaterali e di astenersi da annessioni che sarebbero illegali dal punto di vista diritto internazionale. La comunità internazionale - ha aggiunto la Vice Ministra - deve continuare a lavorare per diminuire le tensioni e rilanciare il Processo di Pace, facilitando la ripresa di negoziati diretti tra Israeliani e Palestinesi. Entrambi potranno contare sull’Italia per il raggiungimento di questo risultato”.

Infine, in risposta a una richiesta dell’Ambasciatrice palestinese, Sereni ha chiarito che “non siamo contrari alla prospettiva del riconoscimento di uno Stato di Palestina, tuttavia la posizione italiana rimane ancorata al principio che esso deve contribuire alla soluzione finale del conflitto israelo-palestinese. Questo è il perché - ha concluso la Vice Ministra - vogliamo continuare a interloquire con tutte le parti per esplorare la possibilità di una ripresa di colloqui diretti”.

La Delegazione, in rappresentanza dei 22 Paesi della Lega Araba, era composta da Ahmed Salim Baomar, Ambasciatore dell’Oman e Decano del Corpo Diplomatico Arabo in Italia; Fayiz Khouri, Ambasciatore della Giordania; Hisham Badr, Ambasciatore dell’Egitto; Mira Daher, Ambasciatrice del Libano; Omar Abdussalam Al-Tarhuni, Ambasciatore della Libia; Abeer Odeh, Ambasciatrice della Palestina; Safia Al Souhail, Ambasciatrice dell’Iraq; l’Ambasciatrice Enas MekkawyCapo Missione della Lega degli Stati Arabi.


39601
 Valuta questo sito