Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Le Piazze (in)visibili

Data:

24/06/2020


Le Piazze (in)visibili

Dopo l’anteprima internazionale lanciata il 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica, Le Piazze (in)visibili, progetto promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale  (Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese), viene presentato in forma integrale attraverso il sito dedicato www.piazzeinvisibili.com, dove è disponibile in download gratuito l’ebook con i testi in versione estesa. Ideato e curato da Marco Delogu, Le Piazze (in)visibili propone un suggestivo viaggio nella bellezza delle Piazze italiane, stimolando riflessioni su un momento storico di “sospensione” e su tutti quei valori identitari che, nel corso della nostra storia, si sono sviluppati intorno al concetto della “piazza”. 

Il racconto delle Piazze italiane passa attraverso le immagini di Olivo Barbieri, Jacopo Benassi, Luca Campigotto, Michele Cera, Giovanni Cocco, Alessandro Dandini, Eva Frapiccini, Claudia Gori, Alice Grassi, Stefano Graziani, Raffaela Mariniello, Daniele Molajoli, Luca Nostri, Margherita Nuti, Francesca Pompei, Flavio Scollo, Luca Spano, George Tatge e Paolo Ventura; e gli scritti - in questa edizione in forma integrale - di Edoardo Albinati, Carlo Carabba, Francesco Cataluccio, Liliana Cavani, Benedetta Cibrario, Marcello Fois, Giovanni Grasso, Helena Janeczek, Nicola Lagioia, Jhumpa Lahiri, Margherita Loy, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Salvatore Silvano Nigro, Clio Pizzingrilli, Elisabetta Rasy, Eduardo Savarese, Caterina Serra, Giorgio van Straten, Sandro Veronesi e Francesco Zanot.

Arricchiscono il viaggio nel tempo e nello spazio i testi critici del curatore Marco Delogu, di Joseph Rykwert, storico dell’architettura autore de L’idea di città, e di Matteo Lafranconi, direttore delle Scuderie del Quirinale, che ci ricorda l’esistenza di Piazza Scossacavalli a Roma, in cui visse Raffaello, oggi invisibile.

“Ogni volta che si entra nella piazza ci si trova in mezzo ad un dialogo”, scriveva Italo Calvino ne Le città invisibili, libro al quale si rifà il titolo di questo progetto. Un dialogo tra immagine e parola, tra autori affermati ed emergenti, tra piazze meno note e icone conosciute in tutto il mondo, tra le architetture riscoperte e una nuova socialità da ripensare.

Giovedì 25 giugno 2020, Le Piazze (in)visibili è stato presentato all’interno del programma Triennale Estate. Il report dell’incontro, coordinato da Matteo Balduzzi, con Marco Delogu, Luca Campigotto, Francesco Cataluccio e Francesco Zanot, è disponibile qui.

www.piazzeinvisibili.com


Tags:

Cultura

39609
 Valuta questo sito