Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Vivere all’italiana sul palcoscenico e in musica

Data:

16/07/2020


Vivere all’italiana sul palcoscenico e in musica

Nel ringraziare tutti i soggetti proponenti per l’invio della documentazione, si comunica che la fase di raccolta delle proposte progettuali per gli avvisi “Vivere all’italiana sul palcoscenico” e “Vivere all’italiana in musica” è terminata. Non saranno accolte ulteriori domande di partecipazione.
Si comunica che, in ragione dell’elevato numero di proposte progettuali ricevute, l’esito delle valutazioni per quanto concerne l’avviso “Vivere all’italiana sul palcoscenico” sarà pubblicato entro il 2 ottobre 2020.

 

Vivere allitaliana sul palcoscenico” e Vivere allitaliana in musica” sono le nuove iniziative di promozione e diffusione della cultura italiana all’estero che mirano a sostenere la ripresa delle produzioni italiane nel settore dello spettacolo dal vivo e al rilancio internazionale grazie alla Rete di Ambasciate, Consolati, Rappresentanze e Istituti Italiani di Cultura nel mondo.

Le iniziative sono state messe a punto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese in coerenza con gli obiettivi del “Cura Italia” (DL. 18/2020 convertito nella Legge 24 aprile 2020, n. 27) a sostegno del comparto cultura, e con la strategia di promozione integrata “Vivere all’Italiana”.

“Vivere all’italiana sul palcoscenico 

L’Avviso ha l’obiettivo di acquisire manifestazioni di interesse per proposte artistiche di produzioni inedite e originali multidisciplinari o nelle singole discipline del teatro, della danza e del circo contemporanei. 

Saranno selezionate fino ad un massimo di dieci proposte, con particolare riguardo alla qualità del progetto e alla coerenza con le finalità dell’iniziativa, al carattere innovativo e alla capacità di diffusione internazionale, che dovranno essere prodotte e riprese in forma video entro il 30 novembre 2020. 

I video entreranno nella programmazione dell’iniziativa “Vivere all’italiana sul palcoscenico che sarà diffusa nel 2020 attraverso una piattaforma dedicata e promossa a livello internazionale dalla Rete estera del Ministero. 

Compatibilmente con la ripresa di eventi in presenza e previa verifica delle risorse finanziarie disponibili, il MAECI potrà promuovere la circuitazione all’estero a partire dal 2021 di tre dei progetti selezionati – individuati a seguito di votazione da parte degli Istituti italiani di Cultura - anche grazie al sostegno della Direzione Generale Spettacolo del MiBACT.

L’Avviso è rivolto ad organismi professionali dello spettacolo dal vivo che possono presentare manifestazioni d’interesse per proposte progettuali anche in forma di raggruppamento, secondo le modalità descritte nell’Avviso, entro e non oltre le ore 24:00 del 6 settembre 2020.

L'iniziativa è promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, in collaborazione con il Ministero per Beni e le Attività Culturali e per il Turismo - Direzione Generale Spettacolo.

Vivere all’italiana sul palcoscenico - Avviso pubblico

Vivere all’italiana sul palcoscenico - Allegato 1 - Domanda di partecipazione

Vivere all’italiana sul palcoscenico - Allegato 2 - Progetto artistico

Vivere all’italiana sul palcoscenico - Allegato 3 - Budget preventivo

Vivere all’italiana sul palcoscenico - Allegato 4 - FAQ

Vivere all'italiana sul palcoscenico - Decreto commissione

Commissione

  • Laura Pugno, esperto del ruolo dirigenziale dell’area della promozione culturale in servizio presso la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (con funzioni di presidente);
  • Marino Sinibaldi, Direttore di RAI Radio 3;
  • Rosanna Binacchi, Funzionario per le relazioni internazionali del Ministero per i beni e le attività Culturali e per il Turismo.

 

“Vivere all’italiana in musica

L’Avviso ha l’obiettivo di acquisire manifestazioni di interesse per proposte artistico-musicali di produzioni inedite e originali in due sezioni: musica classica/contemporanea e jazz. 

Saranno selezionate fino ad un massimo di cinque proposte per la sezione musica classica/contemporanea e di cinque proposte per la sezione jazz, con particolare riguardo alle progettualità che sappiano ispirarsi alla grande tradizione musicale italiana e proporre composizioni originali ed inedite di alta qualità. Le proposte selezionate dovranno essere prodotte e finalizzate in formato album digitale e in formato video entro il 30 novembre 2020. 

Gli album e i video saranno presentati nell’ambito dell’iniziativa “Vivere all’italiana in musica che sarà diffusa nel 2020 attraverso una piattaforma dedicata e promossa a livello internazionale dalla Rete estera del Ministero. 

L’Avviso è rivolto a gruppi musicali, ensemble od orchestre di nuova formazione o già esistenti, con almeno tre componenti, che possono presentare manifestazioni d’interesse secondo le modalità descritte nell’Avviso, entro e non oltre le ore 24:00 del 6 settembre 2020.

Per la sezione jazz, “Vivere all’italiana in musica” è promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese in collaborazione con MIDJ – Associazione Italiana dei Musicisti di jazz e la Federazione nazionale Il Jazz Italiano.

Vivere all’italiana in musica - Avviso pubblico

Vivere all’italiana in musica - Allegato 1 - Domanda di partecipazione

Vivere all’italiana in musica - Allegato 2 - Progetto artistico

Vivere all’italiana in musica - Allegato 3 - Budget preventivo

Vivere all’italiana in musica - Allegato 4 - FAQ

Vivere all'italiana in musica - Decreto commissione

Commissione Sezione musica classica/contemporanea

  • Angelo Gioè, funzionario dell’Area Promozione Culturale della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (con funzioni di presidente);
  • Sandro Cappelletto, giornalista e critico musicale;
  • Claudia Brizzi, direttrice dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia.

Commissione Sezione musica jazz

  • Michela Magrì, funzionaria dell’Area Promozione Culturale della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese (con funzioni di presidente);
  • Paolo Fresu, presidente della Federazione Nazionale Il Jazz Italiano;
  • Claudio Sessa, giornalista e critico musicale.

Progetti selezionati


39772
 Valuta questo sito