This site uses technical and analytics cookies.
By continuing to browse, you agree to the use of cookies.

Elezione di Maria Rita Parsi al Comitato ONU per i Diritti del Fanciullo

“E’ un ulteriore, importante riconoscimento dell’impegno che storicamente vede l’Italia in prima linea per la tutela dei diritti dell’infanzia, che accogliamo con viva soddisfazione”. E’ il commento del Ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi all’elezione di Maria Rita Parsi, psicologa e psicoterapeuta italiana, al Comitato ONU per i Diritti del Fanciullo, organismo con sede a Ginevra che ha il compito di verificare che tutti gli Stati aderenti alla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Fanciullo ne rispettino gli obblighi.


L’Italia è tra i principali e più attivi sostenitori delle iniziative adottate dalle Nazioni Unite a tutela dei diritti dei fanciulli, in particolare nella lotta al reclutamento dei bambini soldato e nella difesa dei loro diritti. La Convenzione – adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1989 e di cui l’Italia è parte dal 1991 –prevede specifici diritti civili, politici, economici, sociali e culturali in favore dei bambini e definisce precisi principi e standard per il loro trattamento.

You might also be interested in..