This site uses technical and analytics cookies.
By continuing to browse, you agree to the use of cookies.

Partecipazione del Ministro Tajani al lancio della Coalizione Mondiale dei Mercati Contadini insieme alla Vice Segretario Generale ONU Amina Mohammed e al Ministro degli Affari Esteri somalo Abshir Omar Huruse

A conclusione della seconda giornata del Vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari in corso a Roma, il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari e della Cooperazione Internazionale, Antonio Tajani, ha preso parte – insieme ai vertici ONU, a numerosi Ministri stranieri e al Ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare Francesco Lollobrigida – alla presentazione della Coalizione Mondiale dei Mercati Contadini, tenutasi presso il mercato di Campagna Amica del Circo Massimo.

Nel ribadire il pieno sostegno dell’Italia alla Coalizione, il Vicepremier ha ricordato il profondo legame tra produzione, territorio e consumo tradizionalmente alla base della cultura del cibo italiana, evidenziando le analogie tra il modello sviluppato da Campagna Amica, incentrato sulla promozione della filiera corta e la valorizzazione delle eccellenze locali, e quello promosso dalla Coalizione, a dimostrazione che le buone pratiche italiane possono essere replicate in tutto il mondo per favorire la conservazione delle specificità delle tradizioni locali.

Nel corso dell’evento Tajani e la Vice Segretaria Generale delle Nazioni Unite Amina Mohammed hanno avuto un proficuo scambio di opinioni sui principali dossier alimentari e regionali. In particolare, il Vicepremier ha sottolineato l’attenzione con cui l’Italia guarda ai prossimi snodi politici in materia di sviluppo sostenibile, preparando il campo per il Vertice ONU sugli SDG in programma a NY e la Presidenza italiana del G7.

Tajani ha altresì firmato con il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Federale di Somalia Abshir Omar Huruse l’accordo istitutivo dell’iniziativa “Verso la Stabilità e la Pace in Somalia”, tramite cui il Governo italiano si impegna a erogare 3.820.000 euro al Fondo istituito dal Governo federale somalo per finanziare interventi concreti a sostegno delle regioni del Paese liberate da al-Shabaab. L’Italia è al momento il primo, consistente donatore del Fondo.