This site uses technical, analytics and third-party cookies.
By continuing to browse, you accept the use of cookies.

Preferences cookies

La Ricerca – Cooperazione scientifica, Italia e Usa in un progetto bilaterale

Gli accordi di collaborazione tra Italia e Usa passano anche per la ricerca scientifica. Il progetto bilaterale “Sviluppo di metallacrowns porosi e magnetici per applicazioni sensoristiche”, coordinato da Matteo Tegoni, del dipartimento di Chimica dell’Università di Parma, è stato selezionato dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale come “Progetto bilaterale di grande rilevanza” per il biennio 2016-2017 e si inserisce nella Dichiarazione congiunta di Cooperazione scientifica e tecnologica fra Italia e Stati Uniti, firmata a Roma il 14 gennaio scorso. La ricerca, che verrà sviluppata in collaborazione con il gruppo di ricerca di Vincent L. Pecoraro, del dipartimento di Chimica della University of Michigan a Ann Arbor (Usa), ha anche ricevuto un contributo finanziario dal ministero degli Esteri attraverso la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese. Nello specifico, il progetto riguarda lo sviluppo di una classe di composti chimici chiamati “metallacrowns”, studiati da oltre 15 anni dal gruppo di Tegoni. Essi hanno peculiari proprietà di luminescenza, magnetismo e riconoscimento di ioni, derivanti dalla loro struttura che vede confinati molti ioni metallici in una architettura molecolare di piccole dimensioni. L’obiettivo della ricerca è sviluppare materiali porosi allo stato solido contenenti unità di metallacrowns i quali abbiano la proprietà di cambiare le loro proprietà magnetiche in funzione dell’assorbimento di molecole ospiti all’interno dei pori del solido.