This site uses technical and analytics cookies.
By continuing to browse, you agree to the use of cookies.

Farnesina: Somalia, Pistelli meets with the Special EU Envoy for the Horn of Africa Italy committed to consolidation of Somali institutions

Developments in the Somali crisis and the role of the European Union and Italy in stabilisation were the central focus of meetings today in Rome between Deputy Foreign Minister Lapo Pistelli and EU Special Envoy for the Horn of Africa, Alex Rondos.


Pistelli confirmed Italy’s commitment to the emergence of a federally unified Somalia within internationally recognized borders, and to support the government’s consolidation and that of Somali institutions, a process he said “cannot but be managed by the Somalis themselves, in a spirit of dialogue and compromise that involves all national components and rejects the option of armed conflict”.


During their meeting, in addition to agreeing on the advisability of further improving cooperation between the European Union, the African Union and the Somali authorities in reinforcing the Somali authorities’ operational capacities in security matters, Pistelli and Rondos discussed relations between the Somali central authorities and regional groups, and the role of the Inter Governmental Development Authority (IGAD) in facilitating the rebuilding of federal institutions.

Farnesina: Somalia, Pistelli incontra inviato Ue per Corno d’Africa.

Gli sviluppi della crisi in Somalia e il ruolo di stabilizzazione svolto dall’Unione Europea e dall’Italia sono stati al centro dei colloqui avuti alla Farnesina dal Vice Ministro degli Esteri, Lapo Pistelli, con l’Inviato speciale per il Corno d’Africa dell’Unione Europea, Alex Rondos.


Pistelli ha confermato al suo interlocutore l’impegno italiano a favorire l’emergere di una Somalia unita su base federale, all’interno di frontiere internazionalmente riconosciute, e a sostenere il consolidamento del governo e delle istituzioni somale, un processo che “non può che esser gestito – ha dichiarato Pistelli- dagli stessi somali, in uno spirito di dialogo e di compromesso che coinvolga tutte le componenti nazionali che rifiutano il ricorso alla lotta armata”.


Nel corso del colloquio Pistelli e Rondos, oltre a concordare sull’opportunità di migliorare ulteriormente la cooperazione tra l’Unione Europea, l’Unione Africana e le competenti Autorità somale per rafforzare le capacità operative delle Autorità somale in materia di sicurezza, si sono soffermati sul tema dei rapporti tra l’Autorità centrale somala e le realtà regionali e sul ruolo dell’IGAD (Inter Governmental Development Authority che riunisce i Paesi del Corno d’Africa), quale facilitatore del processo di ricomposizione delle strutture federali.

You might also be interested in..