Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Salvaguardie UE sull’acciaio

In risposta all’adozione da parte degli USA di dazi aggiuntivi ad valorem sulle importazioni di prodotti dell’acciaio e dell’alluminio (rispettivamente nella misura del 25% e del 10%) tramite il Section 232 del Trade Expansion Act, nel gennaio 2019 sono state imposte le prime misure definitive UE relative alla “Salvaguardia Acciaio” (Regolamento – Reg. 2019/159).

Le misure UE di salvaguardia acciaio consistono in un mix di misure restrittive (contingenti quantitativi uniti a quote tariffarie e quote paese, da applicarsi sulle quantità eccedenti quelle contingentate) che si applicano sulle importazioni di 26 prodotti siderurgici da Paesi terzi, al fine di evitare taluni fenomeni di destabilizzazione dei flussi di importazione verso l’UE. Questi fenomeni si sono verificati nel tempo, soprattutto a causa dell’adozione da parte degli USA dei sopra menzionati dazi aggiuntivi sulle importazioni di acciaio ed alluminio, nonché di un aumento senza precedenti della sovraccapacità produttiva di acciaio registrata da parte di taluni Stati esterni all’Unione.

Le misure UE di Salvaguardia Acciaio sono state oggetto di revisione nel tempo. Il primo Regolamento che ne ha stabilito l’adozione definitiva (come supra, Regolamento 2019/159) aveva una scadenza di applicazione triennale (30 giugno 2021). Alla scadenza del Regolamento, la Commissione ha esteso la durata delle misure, per il perdurare del rischio di un danno grave all’industria europea, e per non vanificare gli sforzi compiuti nel senso di una maggior sostenibilità della produzione siderurgica UE.

Pertanto, dal 1° luglio u.s. è entrato in vigore il nuovo Regolamento di esecuzione (Regolamento 2021/1029, emendato dal Regolamento 2021/1091 per errori materiali) che ha sostituito il Reg. 2019/159, prorogandolo per ulteriori due anni (estensibili a tre) e reiterandone il livello del tasso di liberalizzazione dei contingenti tariffari (pari al 3% su base annua). Contestualmente alla proroga di tali misure, con il nuovo Regolamento 2021/1029 è stato introdotto un articolato sistema tripartito di clausole di revisione che consentono – qualora le condizioni economiche lo permettano o lo richiedano – di avviare un riesame sia del tasso di liberalizzazione relativo al contingente tariffario, sia della durata temporale delle misure stesse.

 

Normativa di riferimento:

  • REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2019/159 DELLA COMMISSIONE del 31 gennaio 2019 che istituisce misure di salvaguardia definitive nei confronti delle importazioni di determinati prodotti di acciaio;
  • REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2021/1029 DELLA COMMISSIONE del 24 giugno 2021 recante modifica del regolamento di esecuzione (UE) 2019/159 della Commissione al fine di prorogare la misura di salvaguardia sulle importazioni di determinati prodotti di acciaio;
  • REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2021/1091 DELLA COMMISSIONE del 2 luglio 2021 recante modifica del regolamento di esecuzione (UE) 2019/159 che istituisce una misura di salvaguardia definitiva nei confronti delle importazioni di determinati prodotti di acciaio.

 

Contatti:

Ufficio X DGUE

Accesso al Mercato e Difesa Commerciale attiva e passiva

E-mail: dgue-10@esteri.it

Posta certificata: dgue.10@cert.esteri.it