Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Artico

L’innalzamento della temperatura (in Artico tra il triplo ed il quadruplo rispetto alla media mondiale) e la progressiva fusione dei ghiacci hanno fatto crescere l’attenzione verso la regione, oltre che per le comprensibili preoccupazioni ambientali, anche per il suo possibile maggiore sfruttamento economico. Con una lunga tradizione di spedizioni polari risalente ad oltre cento anni fa, l’Italia è Stato Osservatore al Consiglio Artico dal 2013. La ricerca scientifica è il motore primo dell’azione italiana in Artico ed ha come principale punto di riferimento la Base “Dirigibile Italia” nelle Isole Svalbard (Norvegia), attiva dal 1997. Per fornire ulteriore impulso a tali attività, la legge di bilancio per il 2018 ha istituito il Comitato Scientifico per l’Artico, con il compito principale di elaborare e monitorare il Programma di Ricerche in Artico. Inoltre, alla Farnesina si riunisce periodicamente il Tavolo Artico, con la partecipazione di Ministeri, aziende ed enti interessati alla regione.
Principale foro di collaborazione regionale è il Consiglio Artico creato nel 1996 e composto da Canada, Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia, Russia, Svezia e Stati Uniti. Il Consiglio Artico include come Partecipanti Permanenti sei associazioni delle popolazioni indigene dell’Artico ed opera attraverso gruppi di lavoro su temi quali lo sviluppo sostenibile, il monitoraggio ambientale, la protezione dell’ambiente marino, la conservazione della biodiversità, la prevenzione e gestione delle emergenze. Le attività del Consiglio Artico sono state sospese nei primi giorni del marzo 2022 a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, che deteneva la Presidenza rotativa biennale del Consiglio. Il passaggio della Presidenza alla Norvegia l’11 maggio 2023 ha aperto nuove prospettive di ripresa dei lavori. Numerosi sono gli eventi di natura congressuale su temi artici: tra quelli con periodicità annuale, da segnalare in particolare Arctic Circle, che si svolge ad ottobre a Reykjavìk, e Arctic Frontiers, che ha luogo a Tromsø tra fine gennaio ed inizio febbraio.
Negli Approfondimenti, ulteriori informazioni e documenti sull’Italia in Artico e sui principali organismi internazionali di interesse per la regione.