Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.

Serbia – 5 italiani in lista 50 stranieri più potenti

Cinque italiani, tra cui l’Ambasciatore a Belgrado, Giuseppe Manzo, figurano nella consueta classifica dei 50 stranieri piu’ potenti di Serbia pubblicata dal quotidiano belgradese Blic. Antonio Cesare Ferrara, ceo di Fiat Serbia (Fas), e’ secondo alle spalle del capoclassifica, il russo Kirill Kravcenko, direttore generale della compagnia petrolifera nazionale serba Nis (detenuta al 51% dal colosso energetico russo Gazprom). Marco Capellini, vicepresidente del consiglio di amministrazione di Banca Intesa Beograd, si piazza al decimo posto, mentre 17/mo e’ Claudio Cesario, presidente del consiglio di amministrazione di Unicredit Banca Serbia. Seguono Andrea Simoncelli (19/mo), presidente della Camera di commercio italo-serba e presidente e direttore generale di Delta Generali Assicurazioni, e il nuovo Ambasciatore d’Italia a Belgrado Giuseppe Manzo (27/mo), in carica dallo scorso giugno che entra nella classifica di Blic per la prima volta.

I piu’ rappresentati in graduatoriasono i tedeschi con 10 presenze, seguiti dai greci con 9 e dagli italiani con 5. Russia e Austria segnano 4 presenze ciascuna, gli Usa 3, Francia, Gran Bretagna, Croazia, Romania, Corea del sud hanno 2 presenze, mentre una presenza fanno registrare Cina, Svizzera, Ungheria, Olanda, Norvegia. L’unica donna in graduatoria e’ l’americana Stacey Kennedy, direttrice generale di Phillip Morris per Serbia e sudest Europa, 22/ma e prima volta in classifica.

Ti potrebbe interessare anche..